Come risparmiare energia elettrica: consigli utili per ridurre i costi

Di questi tempi risparmiare è d’obbligo: vediamo insieme come risparmiare energia elettrica per rendere la bolletta meno cara. Dopo aver visto come risparmiare sulla bolletta dell’acqua, vediamo adesso come fare e quali accorgimenti adottare per risparmiare anche sulla bolletta della luce.

Pubblicità:

Come risparmiare energia elettrica: non solo per soldi

Risparmiare sul consumo di luce non è solo una questione economica, ma anche un gesto molto importante per rispettare l’ambiente che ci circonda. Cercare di risparmiare energia elettrica in casa ti farà consumare meno elettricità, con il vantaggi di ottenere anche un minor consumo elettrico, risparmiando.

Risparmiare energia elettrica quindi, sarà una missione con un doppio incentivo per farlo: per il tuo portafogli e per l’ambiente.

Che tu sia cliente Enel o di altro fornitore, risparmiare sull’energia elettrica è possibile grazie ad alcuni piccoli e semplici gesti che ora scopriremo insieme. I dispositivi elettronici infatti costituiscono una parte significativa dei costi energetici: solo i computer, le stampanti e ruter Wi-Fi per esempio rappresentano circa il 25% della bolletta elettrica secondo quanto riportato da Eni gas e luce. L’utilizzo continuo di questi dispositivi contribuisce sui costi delle bollette, per questo è importante attivare una serie di buone abitudini per ottenere un considerevole risparmio energetico.

come risparmiare energia elettrica
come risparmiare energia elettrica

Come risparmiare sulla bolletta della luce: i consigli utili

Esistono diverse strategie per ridurre il consumo di energia elettrica: alcune si basano sulla qualità delle apparecchiature, e altre sul buon senso e sulle proprie abitudini.

Vediamo nel dettaglio quali consigli sono utili e come risparmiare energia elettrica in casa.

Spegnere il pc: come risparmiare energia elettrica in casa

Non lasciare mai il PC acceso e spegnere sempre il monitor. Questo consiglio è utile soprattutto se si posseggono computer fissi i quali hanno una potenza molto più alta e un maggior consumo energetico dei computer portatili. Se di giorno siamo soliti sederci sulla scrivania e trascorrere qualche ora al computer, diverso discorso è per la notte. Probabilmente negli orari notturni nessuno usare il computer, quindi è uno spreco di energia lasciarlo acceso: ricordati di spegnerlo ogni giorno.

Multiprese con interruttore: risparmio energia assicurato

Molto spesso nelle case troviamo diversi apparecchi elettrici dotati di stand-by e, talvolta, questi apparecchi si trovano tutti nelle vicinanze: il classico esempio potrebbe essere quello del televisore, di una consolle di gioco, di un lettore dvd o di altoparlanti specker.

Oppure, un altro esempio concreto, può essere quello di un pc, un monitor, una stampante ed un router wi-fi.

Questo genere di consumi sono chiamati anche carichi fantasma e possono contribuire fino al 75% del consumo totale di elettricità: un vero e proprio spreco che fa lievitare la bolletta. In pratica, senza accorgercene e senza utilizzare direttamente questi dispositivi, stiamo permettendo loro di consumare energia in modo inutile.

In questi casi possiamo risparmiare energia in casa utilizzando una multipresa con interruttore: prima di andare a letto, basterà spegnere l’interruttore per interrompere il flusso di corrente spegnendo, con un solo gesto, tutti questi apparecchi.

Il led, normalmente, consuma una piccola quantità di energia elettrica ma, se prolungato nel tempo, diventa un consumo eccessivo e dannoso per le tasche e il portafoglio.

In passato è stato stimati un risparmio di circa 80 euro annui sulla bolletta della luce con questa semplice attenzione.

Altri comportamenti per risparmiare energia: risparmio energetico casa per gli elettrodomestici

Questi non sono certamente gli unici consigli per risparmiare corrente elettrica. Possiamo attivare altri modi per risparmiare energia, in particolare cercando di utilizzare al meglio alcuni elettrodomestici. Il frigorifero e la lavatrice, per esempio, sono gli elettrodomestici fra i più dispendiosi in termini di consumi elettrici.

Inoltre è bene acquistare elettrodomestici di classe energetica A: sono ottimi sistemi per risparmiare energia elettrica. La classe energetica di un elettrodomestico non è un punto da sottovalutare in quanto, a fronte di un costo più alto, ti permette di risparmiare sui consumi elettrici e ridurre così le bollette.

Frigorifero: come risparmiare corrente

Per risparmiare elettricità evitate di aprire troppo spesso il frigo in modo inutile. Perdiamo la cattiva abitudine di aprire il frigo solo per vedere cosa contiene. Possiamo annotare su un foglio o una lavagnetta la nostra spesa e cancellare i prodotti man mano che finiscono.

Inoltre è molto importante mantenere gli elettrodomestici efficienti, per esempio pulendo spesso la serpentina posteriore del frigorifero, impostando una temperatura interns adatta e mantenendolo pulito all’interno. Inoltre ricorda che il friugorifero deve essere posizionato lontano da fonti di calore (sole diretto, termosifoni) per ridurre i consumi. Leggi qui 5 consigli per risparmiare con il frigorifero.

Lavatrice: come risparmiare corrente

Anche la lavatrice, se utilizzata in modo scorretto, contribuisce a consumare troppa energia facendo lievitare i costi delle bollette.

È bene avviare la lavatrice nelle ore serali (qualora abbiate ancora attiva una fascia di prezzo bioraria) e stendete il bucato il mattino seguente. Inoltre la lavatrice dovrebbe essere avviata solo a pieno carico (ma senza esagerare): meglio evitare lavaggi con il cestello pieno a metà. Non possiamo proprio attendere un giorno o due e fare un lavaggio a pieno carico?

Per il bucato di tutti i giorni, potrebbe inoltre essere sufficiente un lavaggio rapido, solitamente della durata di 30 minuti: questo lavaggio è l’ideale per capi non sporchi, ma solo da rinfrescare. Leggi qui come risparmiare con la lavatrice.

Asciugatrice: come risparmiare corrente

Lo stesso discorso vale anche per l’utilizzo dell’asciugatrice. L’asciugatrice dovrebbe essere utilizzata solo se necessario: quando, per esempio, il clima è favorevole è preferibile stendere il bucato. Se non è possibile stendere i panni allora è preferibile fare un giro in più di centrifuga per asciugarli in asciugatrice in modo più rapido.

Forno: come risparmiare corrente

Anche l’utilizzo frequente e prolungato del forno per cucinare incide notevolmente sui costi dell’ energia elettrica in casa. Utilizzare il forno nel modo corretto può comportare un notevole risparmio.

Evita di cucinare cibi al forno ogni giorno, prediligendo anche altri metodi di cottura oppure organizandoti meglio: per esempio, con lo stesso tempo di accensione del forno, potresti cuocere 2 diverse pietanze (una per ogni piano) organizzando così 2 diversi pasti, in una sola cottura. Questo è un ottimo sistema di risparmio energetico in casa utilizzato già dalle nostre nonne.

Se proprio non puoi fare a meno del forno, prova una friggitrice ad aria calda: si tratta di un fornetto dalle dimensioni ridotte che ti permette di cuore in modo sano e leggero molti cibi, senza pesare sulla bolletta.

Lavastoviglie: come risparmiare corrente

Esattamente come per i consigli forniti sopra, anche la lavastoviglie dovrebbe essere avviata preferibilmente la sera. Inoltre è bene avviare i lavaggi solo a pieno carico eliminando eventualmente lo sporco in eccesso prima di inserire le pentole in lavastoviglie. Ricorda inoltre di pulire frequentemente il filtro per garantire un’efficenza maggiore.

Se possibile, inoltre, cerchiamo di evitare il programma di asciugatura per ridurre la durata del ciclo di lavaggio.

Condizionatore: come risparmiare corrente

Nei periodi dell’anno caratterizzati da caldo e afa, è difficile rinunciare a rinfrescare l’ambiente con il condizionatore. Tuttavia possiamo attivare alcuni accorgimenti per ridurre i consumi energetici del condizionatore. Per esempio è importante ricordarsi di accenderlo solo quando tutte le finestre sono chiuse in modo da non disperdere il fresco e prediligere la modalità deumidificatore che è un consumo ridotto. Inoltre è bene assicurarsi di spegnere il condizionatore quando non sia in casa per evitare inutili sprechi di corrente.

In estate, utilizzate il condizionatore solo nelle ore più calde della giornata e in casi di effettiva necessità mantenendo tra interno ed esterno una differenza di temperatura non superiore a 6 gradi.

Ferro da stiro: come risparmiare corrente

Anche un corretto utilizzo del ferro da stiro è una mossa intelligente per risparmiare elettricità in casa. Al giorno d’oggi esistono dei trucchi per non stirare, ma non solo. Se si è soliti utilizzare l’asciugatrice, è possibile evitare di stirare i panni ricordandosi di riporli subito appena terminata l’asciugatura. Inoltre è meglio accendere il ferro da stiro solo quando si hanno diversi capi da stirare (mai accenderlo per un solo capo o due da stirare).

Risparmia energia con le lampade a led

Utilizzare lampadine led permette di risparmiare sui consumi elettrici: consumano il 20% di energia in meno rispetto alle lampadine convenzionali.

Inoltre è sempre bene cercare di sfruttare l’illuminazione naturale per esempio tenendo aperte le tende di giorno per sfruttare la luce solare. Se in casa dimenticano spesso le luci accesse, potrebbe essere un buon investimento trasformare la casa in una casa domotica, ovvero in una casa smart.

Per esempio avvelendosi di un dispositivo come Amazon Alexa e di lampadine intelligenti, puoi controllare lo stato delle luci (e comandarle) dall’App o con i comandi vocali.

Osservando questi semplici consigli risparmierai notevolmente sul consumo dell’energia elettrica salvaguardando l’ambiente e il tuo portafoglio. Ricorda inoltre che puoi trovare tanti altri consigli utili consultando questa guida dettagliata che ti aiuterà a ridurre notevolmente il consumo di corrente elettrica.

Altre letture consigliate: