,

Come risparmiare in cucina

In un periodo di crisi economica come quello presente, capire come risparmiare in ogni aspetto della vita è quasi diventato un obbligo. Anche in cucina è possibile adottare dei provvedimenti in grado di ridurre gli sprechi, non solo riciclando gli avanzi alimentari.

Come risparmiare scegliendo gli alimenti giusti

Un primo modo per risparmiare in cucina è quello di scegliere alimenti che presentino un alto grado di sazietà, associato ad un prezzo decisamente basso. I legumi sono un esempio perfetto di come è possibile risparmiare sugli alimenti. Oltre ad essere molto saporiti possono essere utilizzati per preparare numerosi piatti. Sono ideali, infatti, come ingrediente per realizzare degli ottimi sughi, per delle zuppe oppure, semplicemente, come contorno.
Per risparmiare ulteriormente comprare delle verdure surgelate invece che fresche, perché in questo caso non sarà necessario scartare delle parti; certo, il gusto dei piatti non sarà lo stesso ma, in tempo di crisi, rinunciare ad un minimo di qualità senza, comunque, correre alcun pericolo per la salute, è un’esperienza che può essere provata.
Come risparmiare se si dispone di un giardino o di un balcone? Un’idea è coltivare direttamente in casa le erbe aromatiche, facili da curare.

come risparmiare in cucina

Come risparmiare con una cucina ordinata

Mantenere la cucina ordinata eviterà di sprecare malamente del cibo, consentendo di risparmiare.
Disporre, ad esempio, con criterio il cibo all’interno del frigorifero, destinando ogni ripiano ad una precisa categoria di alimenti, consentirà di avere sempre ben chiaro cosa manca, evitando di comprare un’altra volta un alimento di cui si ha già in casa una discreta quantità.

Sarebbe una buona abitudine anche disporre, su ogni ripiano, gli alimenti in base alla loro data di scadenza, mettendo davanti quelli con la data più vicina, per non rischiare di dover buttare via del cibo perché scaduto.

Gli avanzi alimentari: come risparmiare riciclando con fantasia

È importante eliminare gli sprechi, impiegando in diverso modo gli avanzi alimentari, e, soprattutto, curando frutta e verdura. Evitare, ad esempio, di gettare nel bidone dell’immondizia una pesca solo perché ha una parte leggermente ammaccata, oppure buttare un intero cespo di insalata che presenti solamente una foglia marcia. È sufficiente togliere la parte meno buona e conservare come nuova la parte rimanente.

Per quanto riguarda la preparazione dei piatti, cercare di limitarsi a cucinare le quantità necessarie, oppure riutilizzare gli avanzi alimentari in altro modo.

Un alleato decisivo in cucina per riciclare avanzi alimentari, in particolare le verdure, è la frittata; con poche uova e un briciolo di fantasia è possibile creare piatti unici saporiti e nutrienti.

Oltre a non sprecare gli avanzi alimentari, evitare di comprare piatti pronti; cucinare in casa gli alimenti consentirà di risparmiare notevolmente, oltre a dare maggiori soddisfazioni; preparare una pizza con le proprie mani è semplice e divertente, verranno usati ingredienti sicuramente più genuini e costerà molto meno di una pizza da asporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *