Bilancio familiare: come gestirlo e organizzarlo in modo furbo

Imparare a gestire il bilancio familiare (quello della propria famiglia) è senza dubbio una delle prime cose da fare per risparmiare qualche soldo da destinare agli extra o da tenere da parte per gli imprevisti. Per riuscire nell’intento però, occorre utilizzare al meglio tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione. Vediamo allora qualche trucco per poterlo fare al meglio.

Pubblicità:

I vantaggi di un bilancio familiare

Per arrivare a fine mese senza ansie ed eccessive preoccupazioni è importante imparare a gestire le entrate/uscite della propria famiglia. Tenere traccia delle spese effettuate permetterà di comprendere meglio quanto denaro occorre per affrontare un normale stile di vita.

Potremmo dire che la gestione del budget familiare è un po’ come la contabilità di una piccola azienda. In questo caso la piccola azienda è costituita dalla famiglia, ma il concetto non cambia: una buona e corretta gestione dovrà sempre portare ad un risultato finale in cui le entrate sono almeno pari alle uscite. Una differenza positiva porterà a mettere da parte qualche soldo, mentre una negativa sarà il campanello di allarme di una gestione non adeguatamente corretta.

Prima regola per un bilancio familiare efficace: semplifica

Sono tantissime le coppie e le persone che in questi ultimi tempi hanno provato a tenere il loro bilancio, ma che poi inevitabilmente si sono arresi davanti a programmi fin troppo elaborati.

La presenza di troppi indicatori di spesa porterebbe infatti ad una esigenza di tempi eccessivi, per dare poi lo stesso risultato di una gestione molto più leggera. Neppure i grossi imprenditori hanno voci di bilancio così dettagliate come quelle che vengono oggi proposte ad una famiglia per la gestione spese.

Se ad esempio spendi ogni mattina 3 euro al bar per fare colazione ed hai previsto che la colazione rientra tra le spese personali, evita di specificare ogni volta dettagliatamente che hai utilizzato quei soldi per prendere un caffè. A fine mese, quando tiri le somme, non starai certo a vedere il dettaglio e il tempo impiegato per registrare quella spesa così minuziosamente risulterà del tutto inutile.


Scopri le app per gestire il bilancio familiare


Registra invece dettagliatamente le spese anomale, quelle di cui desideri tenere traccia.

A fine mese una rapida occhiata alle entrate ed uscite ti dirà subito se stai andando nella giusta direzione per riuscire magari anche a risparmiare qualcosa, o se invece devi intervenire su una voce di spesa che si presenta sproporzionata rispetto alle entrate della tua famiglia.

Seconda regola: scegli una app per gestire il bilancio familiare facile ed intuitiva

Sono davvero tante le app bilancio familiare utilizzabili sia da computer che da smartphone. Molte sono gratuite e consentono di gestire tutto online, inserendo anche scadenze e movimenti. Tra quelle gratuite troviamo l’app bilancio familiare excel, un sistema facile ed intuitivo per prendere nota di tutto ciò che entra in famiglia e di quanto spendiamo, per poter poi eventualmente risparmiare qualcosa eliminando le spese superflue.

Con un bilancio familiare Excel potrete avere a disposizione un foglio utilizzabile su qualsiasi piattaforma (Windows, Mac o Linux), in modo tale che tutti i componenti della famiglia potranno avervi accesso. In questo modo la gestione spese risulterà particolarmente agevole e facile da registrare.

Classificazione delle entrate e delle uscite in una app bilancio familiare

Abbiamo detto che una gestione ottimale del budget familiare nasce da un sistema semplice, che non preveda un numero eccessivo di classificazioni. Per quanto riguarda le entrate, potrebbero essere previste voci come lo stipendio/pensione, l’incasso di affitti se siete proprietari di immobili concessi in locazione, ed una voce che racchiuda i proventi vari. In quest’ultima categoria potrete inserire guadagni occasionali, derivanti ad esempio dalla vendita di oggetti usati a qualche mercatino della zona, oppure i compensi che vi vengono offerti per la partecipazione a sondaggi on line.

Per quanto riguarda le spese familiari invece, il vostro bilancio dovrà prevederne necessariamente un numero maggiore. Le voci da includere possono variare da famiglia a famiglia, ma a titolo di esempio possiamo suggerirvi quelle relative all’affitto o al mutuo, le bollette, le spese per il ristorante ed il tempo libero, quelle necessarie per gli abbonamenti ai trasporti pubblici, la palestra, le spese mediche e quelle necessarie per la manutenzione sia dell’auto che della casa.

Se in famiglia vi sono dei bambini potreste inserire le spese scolastiche e quelle per i giochi.

Bilancio familiare

Altre letture consigliate: