Fasce orarie Enel – Ecco quando si risparmia

Quando usare gli elettrodomestici?

Fasce orarie Enel: ecco quando usare gli elettrodomestici per risparmiare energia e ridurre la bolletta della luce. Lo sapevi che puoi risparmiare utilizzando gli elettrodomestici in certe fasce orarie? Dopo l’ennesima bolletta “salata”, vi ho dato alcuni consigli utili per avere bollette energetiche più “leggere”.

Abbiamo quindi scritto alcuni articoli correlati su come risparmiare energia elettrica, e su come leggere la bolletta dell’Enel.

Ma facendo ulteriori ricerche, ho da poco scoperto che esiste una differenza di costo dei consumi in base alla fascia oraria di utilizzo della corrente. Un pò come molti di voi la mia conoscenza si limitava a “concentrare i consumi tra le 19:00 e le 08.00 del mattino ed il sabato e la domenica“.

L’energia elettrica ha un prezzo diverso a seconda del momento in cui la utilizziamo: costa di più durante il giorno (quando c’è maggiore richiesta) e costa meno di sera, di notte e durante i giorni festivi.

Utilizzare gli elettrodomestici in queste fascie orarie a minor costo elettrico, ti consentirà di ottenere un notevole risparmio sulla tua bolletta della luca.

Vi riporto di seguito una scansione presa dalla mia ultima bolletta Enel (cliccate l’immagine qui sotto per vedere a dimensione reale):

Come si vede dall’immagine presa dalla bolletta, le fascie di consumo F3 ed F2 sono quelle a minor costo; i consumi dovrebbero quindi essere concentrati in quei giorni ed orari.

Per risparmiare sulla bolletta dovrai cercare di concentrare i consumi di energia nel weekend e fra le 19:00 e le 08:00 del mattino. Questi sono gli orari a minor costo energetico.

Per quando riguarda gli elettrodomestici di casa, la miglior scelta è quella di utilizzare preferibilemente elettrodomestici programmabili (fare lavatrici e lavastoviglie dopo le 23 non è possibile per tutti altrimenti). Grazie alla programmazione degli elettrodomestici potrai impostare gli orari a minor consumo per le tue lavatrici e per la tua lavastoviglie, oppure per il tuo asciugabiancheria (che poi sono gli elettrodomestici che consumano di più).

Meglio ancora se li sceglierai di classe A+++ che consumano fino al 50% in meno di un medesimo elettrodomestico in fascia A+.

stellina Sei in cerca di risparmio? Leggi la nostra rubrica su: Come risparmiare

Ecco riportata una tabella di più semplice consultazione:

ALTRI CONSIGLI PER RISPARMIARE SULLA BOLLETTA:

Ci auguriamo che questo articoli vi aiuti a risparmiare sulla vostra bolletta! Vi ricordiamo che DimmiCosaCerchi dal 2008 segnala Campioni Omaggio, Buoni sconto da stampare ed offerte per risparmiare sulla spesa!

A presto!

2 Commenti

  1. Ciao.
    OK bella analisi delle fasce Enel che dalla bolletta facilmente si leggono…
    Ma alla fine, c’è differenza di prezzo tra F2 e F3?
    Se F2 e F3 costano uguale, perchè fare per esempio lavatrici alle 4 del mattino selle alle 19 costano uguale?

  2. Ciao, ho letto il tuo articolo e vorrei aggiungere un paio di cosette.
    a) Non tutti i gestori differenziano il costo delle tre fasce, A2A, e forse pure Enel, ha tre fasce ma due prezzi, quindi F2 e F3 costano lo stesso. Conviene telefonare o guardare i prezzi sul web.
    b)Per risparmiare si possono usare i Timer (da pochi euro, anche da Ikea)attaccati alla presa della corrente. Noi programmiamo boiler e lavatrice nelle fasce che costano meno e si accendono da soli; così il boiler scalda dalle 19, e la mattina dalle 6.30 alle 8 così non andiamo in F1. Si stira dopo le 19, idem per il phon. Coi timer non hai il problema di guardare l’orario 😉
    Ciao e grazie per l’articolo 🙂