Risparmiare soldi: i migliori metodi che funzionano

I metodi per risparmiare soldi sono diversi e ognuno caratterizzato da una tecnica che ci consente di mettere da parte un gruzzoletto che, a fine anno, potrebbe fare molto comodo per far fronte a delle spese o per toglierti qualche sfizio. Ma quali sono i metodi migliori? Vediamolo subito!

Metodi per risparmiare soldi: i migliori

Tra i metodi per risparmiare soldi più apprezzati e di successo sul web troviamo sicuramente il famoso metodo del 20/30/50, ossia una ripartizione delle entrate mensili in base alle spese. Il 50% va destinato alle spese di prima necessità, il 30 a quelle utili, ma non indispensabili e rimandabili. Se tutto viene fatto correttamente, ti rimarrà un 20% da destinare al risparmio. Per leggere tutti i dettagli clicca qui.

Negli ultimi tempi si è affermato moltissimo anche il Kakebo, una soluzione che arriva dal Giappone e che è molto semplice, ma efficacissima. Si tratta di un diario giornaliero su cui annotare ogni spesa. A fine mese occorre fare un resoconto per capire e individuare le nostre uscite e le entrate. In questo modo avrai uno storico personalizzato e sarà semplice risparmiare conoscendo i tuoi “punti deboli” Per approfondire, leggi questo articolo.

Unendo la tradizione con le tecniche più innovative di risparmio, nasce il metodo del barattolo, o meglio, dei 6 barattoli, in cui inserire i soldi suddividendoli in base alle loro destinazioni: prima necessità, gioco, formazione, contributo e risparmio. Si tratta di un procedimento molto semplice, ma che da buoni frutti se usato con costanza, per capire nel dettaglio come funziona leggi qui.

Sebbene di tecniche di risparmio ce ne siano moltissime, trovo che queste 3 siano le migliori, che possono adattarsi alla routine quotidiana senza privarsi di troppe cose e avendo un riscontro a breve termine.

Ovviamente occorre un po’ di costanza: ad esempio il Kakebo va compilato periodicamente, ogni giorno o settimana, così come i barattolini dei risparmio vanno riempiti ogni mese.

Risparmiare soldi metodi

Concludendo: quale metodo è il migliore?

Ognuno ha le sue abitudini e ogni famiglia ha un suo modo di spendere e risparmiare. Quindi, quello che sto per spiegarti è basato sulla mia personale esperienza, ma tengo a precisare che non esiste un metodo migliore in assoluto e che tu potresti trovarti meglio con un altro.

Un noto modo di dire americano afferma “less is more” ossia “meno è meglio”. Ciò sta a significare che molto spesso la semplicità è la soluzione migliore. Per questo io consiglio il metodo Kakebo, semplice, quanto efficace e che consente diversi vantaggi, primo tra tutti la possibilità di avere uno storico di entrate e uscite personalizzato.

Infatti ognuno di noi ha i suoi piccoli vizi ed è altrettanto vero che ognuno di noi spende in modo diverso, quindi diventa impossibile generalizzare. Ma mettendo nero su bianco tutte le spese sarà facile risparmiare.

A questo, però, consiglio di associare un barattolino del risparmio, prendendo spunto dal secondo metodo che ti ho illustrato nella parte precedente. In questo vasetto dovrai mettere i piccoli risparmi quotidiani come ad esempio quello che hai evitato di spendere prendendo un caffè al baro un dolcetto al distributore automatico. Ovviamente potrai metterci anche cifre maggiori come ad esempio il risparmio che hai ottenuto con i coupon o smettendo di fumare.

Insomma, in generale stilare una lista delle abitudini che ci fanno spendere di più è uno dei metodi migliori per riuscire a individuare le uscite superflue e abbatterle. E quando andrai ad aprire il tuo barattolo salvadanaio concediti un piccolo sfizio o un regalo per premiarti, senza spendere troppo, ovviamente!

Altre iniziative che potrebbero interessarti:
Taccuino da viaggio in omaggio
Stampa Botticelli omaggio
Richiedi gratis i campioni TENA Pants Plus
Risparmia fino al 75% con Zalando Privè (iscriviti gratis)
Campione omaggio TENA Men

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *