Come usare correttamente la lavastoviglie (e risparmiare)

di Simona Bondi
10 consigli per risparmiare con la lavastoviglie

La bolletta dell’acqua è salata? Risparmiare si può. Basta utilizzare dei semplici accorgimenti ed essere costanti nell’osservarli e il vostro portafoglio vi ringrazierà.

Sponsorizzato:

La lavastoviglie è fra gli elettrodomestici che richiedono un maggior consumo di acqua; ma, seguendo alcuni consigli semplici e pratici, sarà più facile e divertente risparmiare sulle spese domestiche.

Nel frattempo, mettiamo a disposizione il link per unirsi al nostro canale Telegram dedicato alle promozioni, dove quotidianamente condividiamo le occasioni di risparmio più vantaggiose in tempo reale.

Quale lavastoviglie acquistare

Innanzitutto, quando decidete di acquistare una lavastoviglie, scegliete un modello di ultima generazione che garantisca la migliore efficienza energetica e i minimi consumi. Scegliete quindi una lavastoviglie “intelligente” che riduce automaticamente i consumi in base all’effettiva quantità di stoviglie da lavare.

Inoltre assicuratevi che il modello prescelto preveda l’utilizzo diretto di acqua calda. In questo modo si ottiene non soltanto un risparmio di energia dovuta alla presenza dell’acqua di rete già calda, ma anche un risparmio di tempi con dei lavaggi più brevi.

Come e quando utilizzare la lavastoviglie

Solitamente è consigliato adoperare la lavastoviglie in presenza di un carico notevole di oggetti da lavare. Ecco di seguito alcuni consigli su come e quando utilizzarla.

Per prima cosa, prima di caricare la lavastoviglie, occorre eliminare ogni residuo di cibo presente sui piatti o nelle pentole.

Sponsorizzato:

Quando non vi è un utilizzo immediato delle stoviglie, è bene ridurre o eliminare la fase di asciugatura che genera sempre consumo di energia.

Inoltre selezionate sempre l’operazione eco che ottimizza il ciclo di lavaggio e abbassa automaticamente la temperatura dell’ultimo risciacquo.

Sponsorizzato:

Usate il detersivo a piccole dosi e strettamente necessarie e lavate a bassa temperatura selezionando il programma automatico che rileva la quantità di stoviglie caricate e il loro grado di sporco, nonché il programma più adatto che ottimizza i consumi di acqua ed energia garantendo ottimi risultati.

Infine, quando decidete di eliminare la lavastoviglie, recatela nel punto di raccolta comunale destinato al riciclaggio di apparecchiature elettroniche ed elettriche.

Ritorna all’articolo >> Come risparmiare in modo concreto (funziona!)

Vuoi saperne di più sulla lavastoviglie? Leggi questi approfondimenti:

Condividi questo articolo
Seguimi!
Sono Simona Bondi, la mente dietro DimmiCosaCerchi.it, un progetto nato nel lontano 2008. La mia passione è il risparmio, e attraverso il mio sito, condivido preziosi suggerimenti per aiutarti a risparmiare su ogni aspetto della tua vita, dalla spesa domestica al controllo del tuo budget. Nel mio blog, troverai informazioni su buoni sconto, campioni omaggio, concorsi e cashback. In passato, ho avuto l'onore di partecipare a programmi televisivi come "Mi manda Rai Tre," e storie di risparmio dei miei lettori sono state raccontate anche su altre emittenti televisive. Scopri di più nella pagina "Chi siamo" del sito.