Bonus biciclette e monopattini: come funziona il Bonus Mobilità

Il Bonus mobilità è una delle misure previste nel Decreto Rilancio e prevede un rimborso (o un buono) pari al 60% fino ad un massimo di 500€ di quanto speso per l’acquisto di biciclette, e-Bike, monopattini elettrici e non solo.

Si tratta di una delle misure anti Covid-19 più importanti messe in atto dal Governo per limitare il problema di congestionamento nelle aree urbane e quindi le possibilità di contagio Coronavirus in questo periodo della Fase Due.

Vediamo insieme cos’è e come funziona il Bonus sulla Mobilità Alternativa.

Bonus Mobilità 2020: chi può ottenerlo?

Per poter richiedere il Bonus Mobilità 2020 per l’acquisto di mezzi di trasporto alternativi (bici, bici elettriche, monopattini elettrici e non solo) è necessario essere maggiorenni e residenti in:

  • capoluoghi di regione
  • città metropolitane
  • capoluoghi di provincia
  • comuni con almeno 50.000 abitanti

Come richiedere il Bonus Mobilità

Il Bonus Mobilità può essere richiesto in due diversi modi:

  • rimborso della quota spettante
  • richiesta del buono spesa elettronico

Il rimborso della quota spettante è prevalentemente destinato a coloro che già hanno acquistato e-Bike o monopattini elettrici. Il Bonus ha infatti effetto retroattivo e può essere richiesto il rimborso del 60% (max 500€) della spesa sostenuta a partire dal 4 maggio 2020. Questo sistema prevede quindi l’anticipazione dell’intero importo, ed un successivo rimborso.

Per non dover anticipare tutto il denaro necessario all’acquisto ed usufruire subito dello sconto del 60% è invece possibile richiedere l’emissione di un buono spesa elettronico. Anche in questo caso il limite massimo erogabile è di 500€ per ciascun soggetto, ma presentando il buono spesa digitale sarà possibile portarsi a casa bici a pedalata assistita o muscolari, mezzi elettrici per la micromobilità individuale (come hovearboard, monowheel o segway) pagando soltanto la differenza.

In entrambi i casi occorrerà accedere al sito web ufficiale (ancora in via di sviluppo) tramite apposite credenziali (SPID). Una volta all’interno sarà poi possibile:

  • richiedere il rimborso in percentuale della spesa sostenuta, inserendo i dati della fattura di acquisto
  • richiedere l’emissione di un buono digitale che verrà inviato direttamente alla propria mail

Bonus Mobilità 2020: alcuni esempi

Se hai acquistato, ad esempio un monopattino elettrico dopo il 4 maggio ed hai speso 500€ potrai ricevere un rimborso di 300€ (pari al 60%), accedendo al sito web ed indicando i tuoi dati e gli estremi della fattura. Se invece non lo hai ancora acquistato ma intendi farlo potrai richiedere il tuo buono digitale da portare con te in negozio, per pagare solo i 200€ di differenza.

Se invece hai intenzione di acquistare una e-Bike che costa 1.300€ potrai sfruttare un buono digitale da 500€ (limite massimo) da presentare al rivenditore pagando così solo la differenza di 800€. Nel caso invece che tu avessi già fatto l’acquisto (dopo il 4 maggio 2020) potrai comunque richiedere un rimborso di 500€ indicando gli estremi della fattura.

Leggi anche:

Bonus biciclette e monopattini