, ,

Si può vivere con la scorta della spesa?

Abbiamo parlato diverse volte della “scorta della spesa” e di come sia possibile ottenere un notevole risparmio con questo sistema: ma è possibile vivere con una scorta alimentare?

Come sfruttare al meglio questa possibilità per risparmiare? Scopriamo insieme!

Vivere con la scorta alimentare

Anzitutto, per chi legge per la prima volta, cos’è esattamente la scorta alimentare? E soprattutto come e perchè farla? La scorta della spesa è un modo per risparmiare già utilizzato da tantissimi anni e consiste nel fare una buona scorta di prodotti al supermercato quando ci si imbatte in una buona offerta, per esempio una promozione sottocosto oppure uno sconto con almeno il 50% di prezzo in meno, oppure, ancora meglio, un prodotto in sconto al 50% alla quale possiamo abbinare un coupon sconto.

Per fare una scorta della spesa occorre anzitutto spazio a disposizione: una stanza da utilizzare per questo scopo, uno spazio ricavato nella cantina oppure nel garage, purchè ci siano le condizioni giuste per una corretta conservazione degli alimenti e dei prodotti acquistati in generale.

I prodotti ideali per fare grandi scorte sono tutti quei prodotti privi di scadenza, o con una scadenza a lunghissimo termine: ne sono un esempio i dentifrici ed i detersivi (che non hanno scadenza), la carta igienica, i fazzoletti, i tovaglioli, la pasta e lo scatolame in generale. Questi ultimi solitamente hanno una scadenza anche di 3/4 anni dalla data di produzione e permettono quindi di essere consumati senza fretta.

Per evitare gli sprechi di cibo, potrebbe esserti di aiuto il nostro Menù settimanale da stampare con ricette.

Acquistando grandi scorte di prodotti in promozione con sconti di almeno il 50%, inizialmente si spende un importo superiore rispetto a quello che avremmo speso normalmente, ma la spesa si ammortizza nei mesi successivi facendo scattare il vero e proprio risparmio. Per mesi infatti non dovrete più acquistare i prodotti della scorta, perchè saranno sotto mano nella vostra dispensa.

Se vuoi approfondire, leggi: Come fare scorta al supermercato e spendere il 50% in meno

Nel lungo termine la scorta della spesa vi porterà ad ottenere un risparmio medio del 50%, a volte anche qualcosa in più. Per trovare le migliori offerte, occorre consultare con costanza i volantini dei supermercati e correre ad acquistare i prodotti di vostro interesse quando presentano uno sconto importante.

Gli errori da evitare per non vanificare il risparmio

Fare la scorta della spesa presenta anche dei “rischi”, ossia delle problematiche che potrebbero vanificare il risparmio ottenuto inizialmente. Per esempio, evita assolutamente la scorta di prodotti facilmente deperibili come yogurt, mozzarella, formaggi, insaccati, e prodotti simili.

Fai attenzione anche alla carne perchè, benchè si possa congelare, dovrebbe essere consumata entro un massimo di 6/9 mesi dall’acquisto. Il rischio è quello di non riuscire a consumare prima della scadenza tutti questi alimenti e di doverli buttare via, vanificando così il risparmio ottenuto in fase d’acquisto.

Attenzione anche alle “confezioni formato convenienza” o “formato famiglia” che, se troppo abbondanti, possono portare allo stesso problema. Meglio acquistare confezioni più piccole che si possano conservare al meglio.

Scegli con cura il luogo dove conservare la tua scorta della spesa: evita luoghi troppo umidi che possono causare la formazione di muffe e di cattivi odori, ma anche quelli troppo freddi o, al contrario, caldi perchè possono anticipare la scadenza dei prodotti.

Non sono solo i prodotti alimentari a dover essere conservati con cura: la carta igienica, se conservata in un luogo umido, potrebbe diventare inservibile ed avere un cattivo odore. I prodotti conservati dentro contenitori in plastica (come alcuni sughi e l’acqua, per esempio) devono essere riposti al buio e lontani da fonti di calore perchè la plastica delle bottiglie, se sottoposta a diverse condizioni di conservazione, potrebbe rilasciare delle sostanze che oltre ad alterare il sapore potrebbero essere nocive per la salute.

Le pile per esempio (pochi lo sanno) hanno una data di scadenza: anche se nuove, potrebbero non funzionare all’occorrenza e addirittura ossidarsi diventando inutilizzabili.

Si può vivere con la scorta della spesa?

Conclusioni per un risparmio concreto

Per ottenere il massimo del risparmio dalla tua scorta della spesa cerca di orientare i tuoi acquisti solo su prodotti che utilizzerai con certezza. Non fare scorta all’infinito e cerca di non farti prendere troppo la mano. La scorta ha un senso che, “ad un certo punto”, ti permette di risparmiare evitando di acquistare prodotti anche per alcuni mesi.

Non farti prendere troppo la mano dalle offerte anche se ti sembrano “occasioni da non perdere”: ricorda che il prodotto che hai trovato in super offerta oggi, molto probabilmente lo sarà nuovamente fra un paio di settimane in un altro supermercato. Lo scopo è quello di risparmiare, non quello di comprare tutto ciò che è in super offerta.

Quando riterrai di aver fatto una buona scorta di prodotti di varia tipologia, riponili in ordine di scadenza, con i prodotti che scadranno per primi in vista e viceversa. A questo punto, inizia a risparmiare utilizzando i prodotti alimentari della tua scorta ed evita, se possibile, di fare altri acquisti per smaltire il cibo accumulato evitando che scada ed iniziando a goderti il meritato risparmio.

In fondo, lo scopo della scorta alimentare, è quello di potersi permettere nessun acquisto per qualche mese: cerca di non uscire da questa schema e potrai vivere con la scorta della spesa risparmiando tantissimi soldi ogni anno.

Potrebbe interessarti approfondire anche: Risparmiare utilizzando il congelatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *