Una zucca in cartapesta per Halloween

Per questo Halloween 2014 non può assolutamente mancare nelle case la tradizionale Jack-o’-lantern! La spaventosa zucca, simbolo insostituibile della festività irlandese, può essere realizzata divertendosi con la cartapesta e una buona dose di creatività.

Leggi anche: Ricette: Dolcetti per Halloween

Materiale necessario
Colla vinilica (due terzi colla, un terzo acqua), carta di giornale, colori a tempera o acrilici, un palloncino, un paio di forbici e un lumino elettrico.

Procedimento
Inizialmente, dopo aver gonfiato senza esagerare il palloncino, si taglia a strisce la carta di giornale. Si procede stendendo la carta di giornale e la colla sull’intera superficie del palloncino più e più volte, fino ad ottenere uno spessore adeguato di cartapesta e facendo attenzione a non coprire la zona prossima al nodo del palloncino.
Terminata quest’operazione è necessario aspettare circa 48 ore prima di proseguire: la colla deve asciugare bene e lontano dall’umidità.
A questo punto la cartapesta dovrebbe essersi solidificata: si rimuove delicatamente il palloncino dal suo involucro, facendolo prima scoppiare con uno spillo o con la punta delle forbici. Si colora con le tempere o con gli acrilici (in un luogo arieggiato) l’esterno della zucca personalizzandola all’insegna di un Halloween 2013 tutto creativo. Con le forbici infine si ritagliano gli occhi, il naso e il ghigno; si ritaglia anche la parte superiore per poter inserire un lumino elettrico. Ovviamente in base all’utilizzo che si vuol fare della zucca si possono compiere alcune variazioni: la superficie può essere decorata utilizzando la tecnica della cartapesta, mettendo così in rilievo il naso, i denti o il contorno degli occhi, senza necessariamente ritagliare. Incidendo la parte superiore si può ricavare un coperchio con tanto di picciolo e la zucca può diventare un simpatico e grottesco porta caramelle! Ed ecco creato in pochi passaggi l’atmosfera per un Halloween 2014 da paura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *