Nuova Etichetta energetica: cosa cambia e come leggerla

È stata approvata la nuova etichetta energetica: quali sono le differenze con quella vecchia e per quali elettrodomestici sarà attiva? Ecco tutto quello che devi sapere.

Pubblicità:

Etichetta energetica: a cosa serve

Quando compriamo un elettrodomestico, la troviamo lì in bella mostra, tutta colorata, attaccata direttamente sul prodotto. Qualcuno le ignora, altri faticano a comprenderla: parliamo dell’etichetta energetica introdotta ormai nel lontano 1998 e che dovrebbe aiutare i consumatori a comprendere alcune informazioni importanti sui consumi di quel modello.

Tuttavia tra A++ e A+++ sono poche le persone in grado di comprendere la differenza di consumi, in termini di risparmio, di corrente e di sostenibilità. Per questo motivo le autorità europee hanno deciso di rendere questa etichetta più leggibile e intuitiva per tutti.

Nuova Etichetta energetica: cosa cambia

A partire dal 1 marzo le prime famiglie di elettrodomestici (lavatrici, lavasciugatrici, frigoriferi, lavastoviglie, tv e monitor) riporteranno la nuova etichetta energetica. A settembre poi sarà la volta delle lampadine.

Scopri su Mediaworld la nuova etichetta energetica (video)

La nuova etichetta energetica riporterà anzitutto un QR code che consente ai consumatori di ottenere ulteriori informazioni sull’apparecchio semplicemente facendo una scansione con il proprio smartphone.

Inoltre è stata introdotta una nuova scala: la scala energetica andrà dalla lettera “A” (in verde, per i prodotti a minor consumo) alla lettera “G” (riportata in rosso, per i prodotti a maggior consumo).

Spariscono inoltre le classi “+”, ovvero non sarà più riportata la voce “A++” e simili.

Queste non sono le uniche novità introdotte nella nuova etichetta energetica. Adesso sarà riportato anche il consumo specifico per ogni prodotto: Le lavatrici, le lavastoviglie asciugatrici riporteranno il consumo per 100 cicli, i frigoriferi riportano il consumo annuo mentre il consumo di schermi e di lampadine è riferito a 1.000 ore di uso.

Per esempio, nel caso di lavatrici, le lavastoviglie asciugatrici sarà davvero facile capire il consumo basato sulla media dell’utilizzo della propria famiglia.

La nuova etichetta energetica introduce anche performance e caratteristiche dell’apparecchio a seconda della tipologia di prodotto.

Non perdere anche:

Nuova Etichetta energetica
Nuova Etichetta energetica