Creme solari: come riciclarle al termine della stagione? Ecco come fare

Cosa fare delle creme solari una volta terminata la stagione? Non buttarle: conservano ancora tante proprietà!

Ogni anno ti ritrovi sempre con lo stesso problema: flaconi e flaconi di creme solari avanzate di cui non sai che farne al termine delle vacanze estive. Capita anche a voi, vero?

Impara a riciclare le creme solari

Da alcuni anni le creme solari, esattamente come accade anche per gli altri prodotti cosmetici, devono riportare per legge un simbolo che ne indica l’integrità del prodotto e della sua efficacia una volta aperta la confezione.

Generalmente per le creme solari la data di scadenza è fissata in 12 mesi: una volta aperta la confezione e trascorso questo tempo, la crema solare potrebbe perdere la sua efficacia protettiva e non funzionare più come schermo solare. È quel simbolo che riporta un vasetto di crema aperto con all’interno dei numeri e la lettera “M”, che sta per mesi.

Utilizzare una crema solare scaduta potrebbe mettere a rischio la vostra salute in quanto rischiereste una scottatura solare. Ma se è vero che la protezione solare potrebbe perdere di efficacia, è anche vero che al termine delle vacanze potete continuare ad utilizzare la crema per idratare la pelle del corpo dopo la doccia o il bagno.

La crema infatti non garantisce più una buona protezione solare, ma rimane un ottimo prodotto per idratare la pelle secca dopo il mare!

Ormai tutte le creme solari in commercio hanno caratteristiche che vanno al di là della protezione solare: sono snellenti, idratanti, anti età! Quindi perché non terminare il nostro flaconcino di crema sfruttando le altre proprietà benefiche per il nostro corpo?

E tu come riutilizzi le vecchie creme solari? Contribuisci alla discussione iniziata nella nostra Community:

Come riciclare le creme solari

Scarica coupon e ricevi premi con questa App:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *