,

Come richiedere il bonus elettrico

Il bonus elettrico è uno sconto applicato dall’Autorità dell’Energia Elettrica in collaborazione con i Comuni che aiuta le famiglie disagiate a risparmiare sul costo della bolletta della luce. Oggi ti spiegherò come si richiede il bonus elettrico, i requisiti necessari e i documenti da produrre.

Come richiedere il bonus elettrico: requisiti necessari

Il bonus elettrico viene riconosciuto alle famiglie che vertono in condizioni economiche disagiate il cui ISEE non sia superiore a 8.107,5 euro oppure i nuclei famigliare con  con più di 3 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro. 

L’agevolazione viene riconosciuta solamente agli intestatari di un contratto per la fornitura elettrica domestica per l’abitazione di residenza (prima casa).

Il bonus è previsto anche per tutte quelle famiglie che hanno in casa un soggetto in gravi condizioni di salute.

Quali documenti servono per la richiesta del bonus elettrico?

Per la richiesta del bonus elettrico è necessario essere in possesso dell’attestazione ISEE in corso di validità. Se non ce l’hai puoi fartela fare dai CAF portando tutta la documentazione necessaria.

Una volta ottenuta l’attestazione ISEE dovrai recarti presso il Comune o i CAF con il tuo documento di identità e i gli appositi moduli compilati (li trovi in questa pagina). E’ inoltre necessario presentare il codice POD del contatore e la potenza impegnata, dati che trovi in bolletta.

Se l’intestatario non può recarsi di persona presso l’ente preposto alla ricezione della documentazione, può mandare una terza persona, compilando l’apposito modulo di delega.

Bonus elettrico: quanto viene riconosciuto, tempi e rinnovo

Il valore del bonus elettrico viene aggiornato annualmente, nel 2017 è di:

  • € 112 per le famiglie di 1-2 componenti
  • € 137 per le famiglie di 3-4 componenti
  • € 165 per le famiglie con più di 4 componenti

Lo sconto viene applicato direttamente in bolletta, non in un’unica soluzione, ma bensì suddiviso in diverse rate.

Dal momento della presentazione della domanda, puoi verificare lo stato di avanzamento della pratica e le tempistiche necessarie collegandoti a questa pagina ed accedendo alla tua area personale.

L’agevolazione ha una durata di 12 mesi. Nel caso in cui tu volessi rinnovarlo perchè la condizione di disagio economica non è cambiata, puoi ripresentare la domanda al Comune o al CAF compilando gli appositi documenti.

Se durante i 12 mesi di erogazione del bonus tu cambiassi operatore elettrico oppure contratto, non ti preoccupare: continuerai a ricevere il tuo sconto perchè verrà comunicato anche al nuovo gestore.

Per maggiori dettagli, ti consiglio di seguire questo link e leggere con attenzione tutte le FAQ nesse a disposizione dall’Autorità per l’energia elettrica.

Leggi anche: Come richiedere il Bonus Gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *