Come pagare il bollo auto

Il bollo auto è una tassa che i possessori di autoveicoli iscritti al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) devono versare annualmente alla propria regione di residenza. Ma quali sono i metodi accettati per il pagamento del bollo auto?

Pagare il bollo auto: tutto quello che c’è da sapere

La cifra da pagare varia da regione a regione ma anche in base alla potenza dell’auto (kW) e alla classe ambientale di appartenenza (Codice Euro), entrambi desumibili dal libretto di circolazione del veicolo.

Il pagamento deve essere eseguito entro il mese successivo a quello di scadenza per le auto già in circolazione ed entro l’ultimo giorno del mese d’immatricolazione per i mezzi acquistati di recente.

Per i pagamenti che superano i quattordici giorni di ritardo, sono previste sanzioni e interessi di mora direttamente proporzionali al tempo trascorso dalla scadenza. Se si paga entro dodici mesi, grazie al ravvedimento operoso, le sanzioni sono comunque ridotte.

L’esenzione è prevista in caso di furto, vendita e demolizione e per i portatori di handicap: in quest’ultimo caso l’esenzione si estende anche se il veicolo è intestato alla persona che si prende cura del disabile. Sono esonerati dal pagamento del bollo i possessori di auto d’epoca a partire dal compimento del 30esimo anno di età, mentre, in base alla regione d’appartenenza, chi circola con mezzi a basso impatto ambientale alimentati a metano, GPL o con motori elettrici e ibridi, può usufruire di importanti riduzioni. Chi possiede un’auto storica, immatricolata da più di venti anni, può invece richiedere l’iscrizione all’ASI e la conseguente riduzione della tassa.

Come pagare il bollo auto

Per sapere a quanto ammonta il bollo auto è possibile utilizzare il calcolatore online sul sito dell’ACI, inserendo la categoria e la targa del veicolo (servizio disponibile tutta la settimana dalle 7 alle 24) oppure rivolgendosi direttamente all’Agenzia delle Entrate. Non è più obbligatorio portare con sé in auto la ricevuta di pagamento del bollo, ma è consigliabile conservarla per almeno tre anni per eventuali accertamenti.

Il bollo auto può essere pagato presso gli Uffici Postali, le delegazioni Aci e tramite il servizio BolloNet Aci, nelle Agenzie di Pratiche Automobilistiche, in tutte le tabaccherie convenzionate con Lottomatica o Banca ITB, online in alcune regioni e presso le banche abilitate, allo sportello o con home banking.

Come effettuare il pagamento del bollo auto

Il pagamento del bollo auto può essere portato a termine presso tutti gli Uffici Postali: è sufficiente recarsi allo sportello e compilare l’apposito modulo indicando il tipo di veicolo, la targa e la propria regione di residenza. L’addetto delle poste, tramite un collegamento in tempo reale con l’archivio regionale e provinciale, verificherà l’esattezza dei dati inseriti e comunicherà l’importo da versare. Per chi sceglie tale modalità di pagamento le commissioni d’incasso ammontano a 1,50 euro.

Il bollo auto può essere versato in contanti o tramite Bancomat in tutte le tabaccherie appartenenti al circuito Lottomatica: anche in questo caso basta munirsi di targa, del libretto di circolazione del veicolo oppure dell’ultimo bollo auto in proprio possesso. I dati, da comunicare a voce al tabaccaio o da inserire nell’apposita schedina, sono gli stessi: tipo di veicolo, targa, regione di residenza, data di scadenza ed eventuali riduzioni. Le commissioni in questo caso sono di 1,87 euro.

Nelle tabaccherie convenzionate di alcune regioni è possibile pagare il bollo auto anche tramite il servizio Banca ITB, sia in contanti sia tramite carta di credito o di debito tra cui Mastercard, Maestro, Visa, V PAY e PagoBANCOMAT®. La spese d’incasso ammontano a 2 euro e la ricevuta viene conservata da Banca ITB per dieci anni.

Come pagare il bollo auto online

Esiste un metodo ancora più semplice per mettersi in regola con le tasse automobilistiche, come pagare il bollo auto online. Per i possessori di un conto corrente Bancoposta la pratica, infatti, prevede l’addebito sul conto oppure su carte di credito o Postepay, tramite l’accesso con PosteID abilitato a SPID. Con una veloce registrazione al sito di Poste Italiane, la procedura diviene disponibile anche per chi non è correntista. Le commissioni, in caso di pagamento online, sono ridotte a 1 euro e la ricevuta di pagamento viene inviata nella propria area personale.

Altrettanto valido è il servizio BolloNet messo a disposizione sul sito dall’ACI che consente di pagare comodamente con carta di credito. L’operazione è gratuita per i soci ACI, mentre per tutti gli altri ha un costo di 1,87 euro.

Unisciti al nostro gruppo Facebook e scopri altri consigli per risparmiare!