Come conservare correttamente gli alimenti (soprattutto sei fai scorte)

Sei sicura di mettere in pratica tutti quegli accorgimenti che permettono una corretta conservazione degli alimenti? Se fai abitualmente scorte al supermercato, approfittando magari delle offerte e degli sconti 50%, sicuramente riesci a risparmiare (facendo attenzione puoi arrivare a mettere da parte centinaia di euro ogni anno).

Pubblicità

Ma tutto questo potrebbe essere vanificato se poi non conservi correttamente gli alimenti, che potrebbero così scadere o deteriorarsi. Vediamo allora come conservarli in modo corretto.

Come organizzare la dispensa

Il primo passo per evitare gli sprechi è una corretta organizzazione della dispensa. Solo una collocazione ideale degli alimenti ti permetterà di evitare che qualche prodotto scada o finisca infestato dalle farfalline. La dispensa ordinata e organizzata è sicuramente un plus casalingo alla portata di tutti. Non servono grandi superfici: è sufficiente un piccolo angolo fresco, asciutto, lontano da fonti di calore e riparato dalla luce diretta.

Pubblicità:

I prodotti da collocare in dispensa scatolati (tonno sott’olio, sott’aceti, salse eccetera) non presentano problemi particolari e la sola cosa che dovrai fare è riporli in modo tale da avere sempre più a portata di mano le confezioni più vecchie. Occorre invece prestare molta attenzione agli alimenti come farina e pasta, che sono i prodotti più soggetti ad essere infestati dalle fastidiose farfalline delle dispense. Per evitarlo dovresti togliere questi alimenti dalle loro confezioni (sacchetti o buste) e riporli all’interno di contenitori ermetici. In questo modo le farfalline non riusciranno ad annidarsi e depositare le loro uova (che poi ti costringerebbero a gettare via tutto).

Freezer e sottovuoto: due alleati preziosi

Se hai l’abitudine di acquistare carne, pesce e altri alimenti che possono essere congelati per tutta la settimana ricorda di collocarli in freezer subito dopo l’acquisto. Non tenerli nel frigorifero fino a quando iniziano a dare segni di cedimento per poi spostarli nel congelatore. Prima di congelarli ricorda di scrivere sul sacchetto la data di congelamento in modo tale da favorire una rotazione degli alimenti surgelati: il freezer, pur conservando molto meglio i cibi, non li mantiene in eterno.

Per tutti quegli alimenti che non possono essere congelati (come frutta, verdura, salumi e formaggi) è invece possibile metterli sottovuoto. L’utilizzo di appositi sacchetti sigillati ermeticamente da una macchina per sottovuoto permette di preservare i cibi dall’attacco di germi e batteri che potrebbero intaccare la qualità e provocare marciume, muffe o comunque alterazioni che compromettano le qualità organolettiche del prodotto.

Come conservare correttamente gli alimenti

Non perdere anche questi consigli per risparmiare: