Come conservare correttamente gli alimenti (soprattutto sei fai scorte)

Fare scorta al supermercato approfittando degli sconti del 50% ti permette di risparmiare diverse centinaia di euro ogni anno, ma questo risparmio potrebbe essere vanificato da una scorretta conservazione degli alimenti che potrebbero scadere o deteriorarsi annullando tutti i benefici della nostra spesa scontata. Scopriamo insieme come conservare correttamente gli alimenti per evitare sprechi di denaro.

Il risparmio parte dall’organizzazione della dispensa

Il primo passo per il risparmio parte dall’organizzazione della dispensa, particolarmente importante qualora tu sia solita fare scorte di prodotti alimentari. Questo eviterà sprechi inutili e ti consentirà di non buttare gli alimenti per scadenza o infestazioni di farfalline.

Ecco qualche consiglio che ti aiuterà in questo compito:

Pasta e farina: la pasta e la farina sono gli alimenti più soggetti ad essere infestate dalle fastidiose farfalline delle dispense. Il problema non è tanto la presenza di questi insetti, ma il fatto che depositino le uova all’interno degli alimenti. La soluzione migliore è quella di conservare tutto (soprattutto se acquisti prodotti sfusi) in contenitore ermetici evitando di lasciare i sacchetti e le buste aperte. Ma non solo: le farfalline riescono ad insediarsi anche nelle confezioni chiuse di pasta, farina e prodotti simili: conservali tutti all’interno di contenitori ermetici per evitare che ciò accada.

Inoltre pasta e farina andrebbe conservate distanti tra loro, in modo che, qualora tu abbia un’infestazione, non si espanda anche al resto degli alimenti.

Scadenza dei prodotti: anche se si tratta di prodotti a lunga conservazione, è sempre bene metterli in ordine a seconda della data di scadenza. Quelli che scadono prima andrebbero messi davanti, mentre quelli con data di conservazione più lunga, vanno riposti dietro. Questo ti permetterà di tenere sotto controllo tutto, evitando sprechi inutili.

Luce e temperatura: gli alimenti della dispensa vanno conservati sempre in luoghi freschi e asciutti, al riparo dalla luce diretta o fonti calore. Assicurati quindi di mantenerli in un posto non soggetto ad umidità per evitare la formazione di muffe e parassiti.

Freezer e sottovuoto: aiuti preziosi

Quella di acquistare scorte di cibi e surgelare tutto è un’abitudine che moltissime persone hanno. Se anche tu, una o due volte al mese, fai scorte di carne, pesce o altri alimenti che si possono mettere in freezer, presta molta attenzione alle temperature di conservazione.

Inoltre, ricordati sempre di apporre un’etichetta con la data di congelamento o di segnarla direttamente sul sacchetto. In questo modo saprai sempre da quanto tempo un determinato alimento è nel freezer e potrai organizzare i pasti preferendo i prodotti che giacciono nel congelatore da più tempo.

Questa pratica si rivela ottima non solo per i surgelati, ma anche per le conserve: se ti piace preparare marmellate, confetture, ricette gastronomiche, metti sempre l’etichetta con la data.

Diversi anni fa è impazzata la moda dei dispositivi per conservare i prodotti sottovuoto. Molti di essi funzionano con appositi sacchetti che vengono sigillati ermeticamente. Oggi non sono più molto pubblicizzati, ma non per questo sono spariti dal mercato, anzi! Soprattutto online è possibile acquistare modelli economici che ti consentiranno di sigillare e conservare in frigo verdura, frutta, formaggi riparandoli da batteri e germi che potrebbero deteriorarli prematuramente.

Come conservare correttamente gli alimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *