Buoni spesa per combattere la crisi

Le statistiche parlano chiaro: gli italiani consumano sempre meno. Per effetto della crisi gli acquisti diminuiscono, si tagliano le spese superflue e non ci si lascia sfuggire nessuna occasione di risparmio per la spesa quotidiana. A proposito di risparmio, nell’ultimo periodo si sono moltiplicate le iniziative che vedono come protagonisti i coupon: da scaricare e portare con sé al supermercato, consentono di combattere la crisi a colpi di sconti!

Passione buoni spesa

Chi ha seguito la trasmissione “Pazzi per la spesa” in onda su Realtime ha imparato a conoscere la forza dei coupon – e probabilmente se ne è innamorato perdutamente. Negli Stati Uniti utilizzare questi buoni acquisto per fare spesa è un’abitudine diffusa: i coupon sono distribuiti in volantini e riviste e i consumatori possono risparmiare semplicemente ritagliandoli e presentandoli alle casse. I professionisti dei coupon riescono a risparmiare anche fino al 100% della spesa, riuscendo in alcuni casi addirittura a maturare un credito nei confronti del supermercato! In Italia siamo ancora lontani da questo traguardo ma qualcosa inizia a muoversi: le aziende sono sempre più propense a proporre buoni acquisto ai propri clienti e il numero dei consumatori che apprezza questo sistema di risparmio cresce a vista d’occhio.

Approfondimento: Pazze Spese in Italia

Come funzionano i buoni spesa

Molto semplicemente, i buoni spesa permettono di risparmiare sul prezzo di vendita del prodotto. Può trattarsi di una cifra esatta (ad esempio 50 centesimi) o di uno sconto percentuale. In altri casi i buoni permettono il ritiro di un prodotto omaggio. Solitamente è necessario scaricare e stampare i buoni sconto che si trovano online, ma in alcuni casi possono essere mostrati direttamente sullo schermo del proprio smartphone. Risparmiare è semplice: basta consultare l’elenco dei buoni acquisto a disposizione, verificare le condizioni di utilizzo, stampare quelli di proprio interesse e presentarli nel punto vendita per fare una spesa a prova di crisi!

Potrebbe piacerti anche: Campione gratuito Garnier BB Cream

Dove trovare i buoni da stampare

Le iniziative per diffondere i buoni sconto sono molteplici: alcuni marchi mettono a disposizione dei clienti dei coupon da stampare direttamente sul proprio sito internet. È il caso, ad esempio, di Galbani e Danone. In altri casi i coupon vengono inviati via email agli iscritti alle newsletter. Sempre più spesso navigando tra le pagine Facebook delle aziende compaiono buoni spesa da scaricare e stampare: queste iniziative vengono lanciate per celebrare un momento particolare per il brand (qualche tempo fa Kiko ha regalato alle sue fan un coupon per il ritiro di uno smalto gratis al raggiungimento di 1.000.000 di fan) o per promuovere alcuni prodotti (come ha fatto Mulino Bianco che ha regalato ai suoi fan tre buoni da utilizzare per l’acquisto dei nuovi biscotti).

Di recente sono nate anche due piattaforme nelle quali gli utenti registrati possono trovare e scaricare diversi coupon sconto: si tratta di Buonpertutti, un’iniziativa del Corriere della Sera e di Sconty, in collaborazione con Alfemminile. Anche Desideri Magazine ti offre la possibilità di scaricare ogni mese tanti buoni sconto (approfondisci cliccando qui). Con Dimmicosacerchi è facile rimanere informati sulle iniziative in corso: basta un clic per risparmiare sulla spesa consultando tutti i buoni acquisto scaccia crisi!

QUI TROVI LA LISTA COMPLETA DEI COUPON DA STAMPARE

Alcuni esempi di buoni sconto disponibili per i consumatori:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *