Bonus Psicologo: come funziona, chi ne ha diritto, come si richiede

È finalmente realtà il bonus psicologo: è stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto per richiedere il contributo assistenza psicologica. Ecco come richiederlo e chi ne ha diritto. Stanziati 10 milioni di euro per l’anno 2022.

Pubblicità:

Bonus Psicologo: il contributo per l’assistenza psicologica

Il “bonus psicologo” è finalmente attivo. Il decreto attuativo, firmato lo scorso 27 maggio dal ministro della Salute Roberto Speranza è stato pubblicato in Gazzetta. Entro 30 giorni (a partire dal 27 giugno) l’Inps e ministero della Salute comunicheranno sui proprio siti internet la data a partire dalla quale sarà possibile presentare le domanda. 

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale sarà possibile, per chi ha un ISEE fino a 50mila euro, richiedere un contributo da utilizzare presso psicologi iscritti all’albo.

Chi potrà beneficiare del contributo per l’assistenza psicologica

Potranno usufruire del bonus psicologo le persone che, a causa dell’emergenza pandemica e della conseguente crisi socio-economica, si trovano in una condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, e che siano nella condizione di beneficiare di un percorso psicoterapeutico.

Il contributo per l’assistenza psicologica verrà riconosciuto una sola volta, alle persone che ne faranno richiesta e che abbiano un reddito ISEE valido e non superiore a 50mila euro.

Nello specifico, il contributo psicologo sarà erogato in questo modo:

  • con Isee inferiore a 15mila euro il beneficio (fino a 50 euro per ogni seduta) sarà erogato per un importo massimo di 600 euro per ogni beneficiario;
  • con Isee compreso tra 15mila e 30mila euro il beneficio (fino a 50 euro per ogni seduta) sarà erogato per un importo massimo di 400 euro per ogni beneficiario;
  • con Isee superiore a 30.000 e non superiore a 50.000 euro il beneficio (fino a 50 euro per ogni seduta) sarà erogato per un importo massimo di 200 euro per ogni beneficiario.

Come richiedere il contributo per l’assistenza psicologica

La richiesta del contributo potrà essere presentata in modalità telematica all’Istituto Nazionale Previdenza Sociale accedendo alla piattaforma INPS (per esempio con lo SPID) oppure attraverso il contact center dell’Istituto, secondo le modalità che saranno rese disponibili sul sito internet.

Le domande prendono il via da oggi 25 luglio 2022. Dal 25 luglio infatti si potrà presentare la richiesta sul sito dell’Inps del “Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia”.

Per inoltrare la domanda è necessario disporre delle credenziali SPID, CIE o CNS. La procedura è disponibile accedendo al servizio “Contributo sessioni psicoterapia” raggiungibile tramite home page del sito web dell’Istituto www.inps.it, seguendo il percorso: “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”.

In alternativa al sito web, la domanda può essere presentata tramite il servizio di Contact Center Multicanale, telefonando da rete fissa gratuitamente al numero verde 803.164 oppure da rete mobile al numero 06.164164 (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Vuoi saperne di più? Leggi la notizia sul sito del Ministero della Salute.

Altre letture consigliate:

Bonus Psicologo
Bonus Psicologo