Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico

Effettuare lavori che consentono di conseguire il risparmio energetico significa eseguire opere che porteranno ad un notevole risparmio in bolletta. Oggi è possibile avere delle agevolazioni fiscali (ovvero degli sconti riconosciuti dal fisco) per conseguire questi obiettivi: una sorta di risparmio per ottenere il risparmio. Vediamo insieme come funziona e come accedere alle agevolazioni fiscali.

Pubblicità:

Leggi anche come risparmiare con le detrazioni fiscali

Lavori risparmio energetico: interventi ammessi all’agevolazione

I lavori che possono ottenere gli incentivi fiscali sono tutti quelli che consentono di ottenere un livello di efficienza energetica maggiore in un edificio esistente, e più precisamente riguardano:

  • interventi di riqualificazione energetica che consentono di ridurre in maniera significativa il fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’edificio (detrazione massima ammessa 100.000€)
  • interventi sull’involucro dell’edificio per il miglioramento termico (detrazione massima consentita 60.000€)
  • acquisto e posa in opera di schermature solari (detrazione massima ammessa 60.000€)
  • installazione di pannelli solari (detrazione massima consentita 60.000€)
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale (detrazione massima consentita 30.000€)

Questo è l’elenco degli interventi per il risparmio energetico (con gli importi massimi ammessi per ogni tipologia di lavoro) in vigore fino al 17 luglio 2020. A partire da questa data infatti alla classica detrazione 65% si è aggiunta quella legata al Superbonus 110%, una maxi agevolazione che saranno davvero in pochi a lasciarsi sfuggire e che offre la possibilità di effettuare lavori legati al risparmio energetico mediante cessione del credito o sconto in fattura.

Se fino a poco tempo fa le agevolazioni che consentivano di ottenere un bonus 65% rimborsabile in dieci quote annuali di pari importo per lavori di sostituzione della caldaia o miglioramento termico hanno trovato largo consenso, oggi il Superbonus 110% sembra riuscire a convincere proprio tutti.

Come accedere alle agevolazioni fiscali interventi risparmio energetico

La procedura per ottenere il rimborso fiscale, sotto forma di detrazioni, in dieci quote annuali di pari importo è la stessa che è prevista anche per il bonus ristrutturazione e per il bonus mobili.

In pratica è necessario effettuare il pagamento delle fatture attraverso bonifico apposito, dove andrà indicato il beneficiario della detrazione, per poi presentare tutta la documentazione al proprio commercialista o al Caaf nel momento in cui ci accingiamo a fare la dichiarazione dei redditi. Come nei precedenti casi sarà riconosciuta una detrazione fiscale suddivisa in dieci anni pari al 65% della spesa sostenuta.

Per quanto riguarda invece il maxi sconto 110% la detrazione coprirà l’intero costo dei lavori e sarà riconosciuta immediatamente come sconto in fattura e cessione del credito d’imposta.

Vuoi saperne di più sul Superbonus 110% e sui lavori ammessi a questa maxi detrazione? Continua a seguirci per rimanere aggiornato su tutte le possibilità di risparmio offerte dal Decreto Rilancio.

Pubblicità: