Agevolazione Riqualificazione energetica: a chi spetta e come richiederla

L’Agenzia delle Entrate ha prorogato fino al 31 dicembre 2017 la possibilità di richiedere la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica. In questo articolo ti spiegherò come richiederlo, a chi spetta e come usufruirne. Continua la lettura per conoscere tutti i dettagli!

Agevolazione Riqualificazione energetica: a chi spetta

L’agevolazione Riqualificazione energetica consiste in una detrazione fiscale dall’Irpef o dall’Ires del 65% sugli interventi mirati a rendere più efficiente il consumo di energia delle abitazioni e dei condomini.

In parole povere, sono soggetti a questa agevolazione tutti i lavori eseguiti tra il 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017 che riguardano:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Possono richiederla sia i contribuenti privati che abbiano effettuato gli interventi a proprio carico (quindi non incentivati, ad esempio, dal comune) e coloro che abbiano eseguito lavori in parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio (in questo caso la detrazione agevolata sale sino al 75%)

Come richiedere l’agevolazione Riqualificazione energetica

Per richiedere l’agevolazione per la riqualificazione energetica occorre, come prima cosa, pagare tutti gli interventi con bonifico bancario o postale da cui risulti la causale, il codice fiscale o la partita iva di chi ha richiesto il lavoro e della ditta o professionista che l’ha eseguito.

Il secondo passaggio necessario è quello di richiedere il rilascio della certificazione energetica dell’immobile, qualora introdotta dalla Regione o dall’ente locale o dell’ attestato di qualificazione energetica.

In caso di auto-costruzione dei pannelli solari occorre allegare alla documentazione anche una certificazione di partecipazione ad un apposito corso di formazione.

Infine occorre compilare la scheda relativa agli interventi eseguiti. Per tutte le informazioni sulla compilazione puoi seguire questo link. 

Il tutto va trasmesso per via telematica all’Enea, entro un massimo di 90 giorni dalla fine dei lavori. Per maggiori dettagli, ti invito a consultare tutti i dettagli e le istruzioni collegandoti al sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Lo trovi in questa pagina. 

Leggi anche:
Come richiedere il bonus ristrutturazione
Come richiedere il bonus musicale

Agevolazione Riqualificazione energetica

Scarica coupon e ricevi premi con questa App:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress spam blocked by CleanTalk.

Come ricevere gratuitamente le riviste Gioia, Glamour e Vanity Fair

Bonus ristrutturazioni edilizie

Bonus ristrutturazioni edilizie: come richiederlo e chi ne ha diritto