,

Come risparmiare in cucina con il microonde

Chi di voi non ha un microonde in casa? Questo utilissimo elettrodomestico è ormai parte della routine di ognuno di noi per la sua comodità. Oltre ad essere praticissimo, permette anche di risparmiare sulla spesa e su diverse utenze: acqua, elettricità, gas. Oggi vedremo insieme come risparmiare in cucina con il microonde!

Microonde: non solo piatti last minute!

Forse non tutti sanno che il microonde non è solo molto utile per scaldare le vivande già pronte, ma permette anche di realizzare moltissime pietanze da zero.

Certo, occorre prenderci un po’ di pratica in quanto il metodo di cottura è nettamente diverso da quello tradizionale. Ma è solamente questione di abitudine!

Esistono interi libri di ricette sulla cucina al microonde: primi piatti, secondi e addirittura dolci. Questo ti consentirà di risparmiare notevolmente sul costo del gas e dell’elettricità, soprattutto se deciderai di provare a realizzare dei dolci o dei dessert.

L’unica accortezza è non improvvisare: occorrono contenitori, teglie adatte allo scopo ed è indispensabile seguire scrupolosamente le indicazioni per evitare di rovinare l’elettrodomestico o combinare qualche pasticcio!

Leggi anche: Far da mangiare spendendo poco

Un Alleato contro lo spreco alimentare e di acqua

Oltre a poter risparmiare sulle bollette di gas e luce, il microonde ti consentirà anche di avere meno stoviglie da lavare! Quando devi riscaldare gli avanzi oppure un cibo precotto, potrai utilizzare direttamente un piatto da portata (se idoneo all’uso) ed eliminare il lavaggio di pentole e padelle.

Come risparmiare in cucina con il microonde
Si risparmia con il microonde? Certo che si!

Sembra una banalità, ma in questo modo si risparmiano acqua, detersivo, tempo e fatica.

Altro fattore da non sottovalutare è la limitazione dello spreco alimentare che ti consentirà non solo di far del bene all’ambiente, ma anche di risparmiare sulla spesa.

Questo elettrodomestico riesce ad ammorbidire, scaldare e rendere nuovamente piacevoli moltissimi prodotti “del giorno dopo”: pane, verdure, pasta, riso e molto altro.

Ti basterà mettere un po’ di acqua nel recipiente con i tuoi alimenti e riscaldare per qualche minuto. In questo modo i tuoi piatti saranno nuovamente gustosi e appetitosi. Non come appena preparati, ma quasi!

Leggi anche: Quanto si risparmia facendo il pane in casa?

Come risparmiare in cucina con il microonde: consigli utili

Ovviamente per risparmiare in cucina con il microonde, occorre utilizzarlo nel modo corretto e per il giusto tempo. Ecco alcuni consigli utili per ottimizzarne l’uso:

  • Aprilo meno possibile durante la cottura
  • Scegli sempre la giusta potenza
  • Tieni le pietanze il meno possibile, nel caso di cibi surgelati o precotti attieniti alle indicazioni riportate sui consigli di preparazione
  • Utilizza sempre contenitori adatti
  • Non inserire metallo, stagnola, pellicole trasparenti
  • Bucherella con una forchetta i cibi che hanno una “pellicina” come i wurstel, il pollo con la pelle o altri similari
  • Non far partire mai il microonde vuoto

Hai visto come è semplice risparmiare con il microonde? E tu, lo usi spesso? Conosci qualche trucco o consiglio non citato in questo articolo? Come sempre attendiamo i tuoi commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *