Ripetizioni: come risparmiare

Tuo figlio o tua figlia ha bisogno di ripetizioni per recuperare cattivi voti in una materia o, peggio, per cercare di non essere bocciato? Non spaventarti per i costi e non preoccuparti: risparmiare è possibile e oggi vedremo come fare!

Ripetizioni? 5 idee per risparmiare

Risparmiare sulle ripetizioni scolastiche può essere molto utile per tutti quei genitori che hanno bisogno di lezioni private per far recuperare brutti voti ai propri figli. Che sia una sola materia oppure che il ragazzo rischi di essere bocciato non fa molta differenza: il costo può pesare non poco sul bilancio domestico.

Ecco, quindi, 5 idee per risparmiare sulle ripetizioni per ragazzi di ogni grado scolastico.

In famiglia: prima di cercare altrove una persona per le lezioni di recupero, fermati a pensare a chi, in famiglia o nella stretta di conoscenze, può aiutarti in questo compito. Potrebbe trattarsi di una zia laureata, di un amico, di un vicino… se il rapporto è abbastanza solido, è molto probabile che ti faccia un prezzo di favore, o che si offra di farlo gratuitamente. Inoltre, essendo un conoscente, i risultati potrebbero essere migliori. In alternativa se hai più di un figlio puoi chiedere ai fratelli di aiutarlo o, se riesci e ne sei grado, farlo tu stessa.

Spendi&Riprendi sul libri di scuola: tutte le promozioni

Dopo scuola: in molte città esistono delle strutture dopo scuola private, che hanno costi molto contenuti e che svolgono il servizio di aiuto-compiti. Si tratta di attività gestite da educatori o insegnanti che si occupano di tenere i tuoi bimbi, farli divertire, dare ripetizioni e far fare loro i compiti. Molte di esse hanno orari lunghi per venire incontro ai genitori che lavorano e hanno delle aule apposite, lontano dal caos degli altri bambini che giocano, per fornire supporto scolastico di qualità.

Oratori e associazioni di volontari: diverse chiese e parrocchie tengono aperti gli oratori in settimana offrendo ai genitori un luogo dove accogliere i bimbi gratuitamente dopo l’orario scolastico. Il personale addetto è volontario e in moltissimi casi non è richiesta alcuna quota di iscrizione o contributo. Gli animatori e gli educatori si occupano di far giocare i bambini, ma anche di dare ripetizioni e sostegno scolastico per ragazzi e adolescenti. Informati presso la parrocchia della tua città.

Lezioni su You Tube: non sembra vero, ma esistono molti canali You Tube dedicati alle ripetizioni di matematica, latino, lingue straniere, grammatica italiana e molte altre materie. Molto spesso si tratta di giovani laureati, laureandi o insegnanti senza impiego che è possibile anche contattare privatamente per lezioni di persona.

Siti web specializzati: esistono alcuni portali web che rappresentano un punto di incontro tra giovani che sono alla ricerca di un impiego nell’ambito delle ripetizioni e famiglie che necessitano di questo servizio. I prezzi non sono elevati e le proposte sono moltissime. In alcuni casi potresti dover pagare una piccola commissione, che andrà ai gestori del sito. Ma se nessuna delle opzioni che ti ho elencato in precedenza fa al caso tuo, questa è un’opzione molto interessante per risparmiare.

Unisciti al nostro gruppo Facebook e scopri altri consigli per risparmiare!