Come resistere alle offerte dei supermercati

Le offerte dei supermercati sono molto utili per ottenere un risparmio immediato sulla spesa: tuttavia, anche le promozioni hanno il loro rovescio della medaglia ed è bene capire quando il risparmio è reale, altrimenti si rischia di vanificare il nostro obiettivo.

Vedo persone comprare di tutto per avere un premio sicuro (quasi sempre inutile) o per provare a vincere un premio ad un concorso. Ma siamo proprio sicure di risparmiare in questo modo? Scopriamo insieme a cosa fare attenzione e impariamo a non farci prendere “troppo la mano”.

Offerte dei supermercati: sicura che ti servano?

Se conosci i metodi per risparmiare al supermercato, sicuramente sei già ad un buon punto. Esagerare con le offerte però potrebbe avere l’effetto opposto, ossia portarti a spendere molto di più di quello che in realtà avresti speso anche senza offerte.

Per ottenere un risparmio reale è molto importante e quindi valutare con attenzione se un prodotto ci serve o meno. Ti ho parlato spesso di come sia possibile risparmiare facendo la scorta della spesa, ma anche qui esistono dei limiti.

Le promozioni infatti sono cicliche e si ripetono nel tempo diverse volte l’anno. Molte aziende inoltre cercano di invogliare all’acquisto dei loro prodotti regalando omaggi (spesso di poco valore, o che in realtà non ci servono e che finiranno nascosti in angolo della casa) oppure avviando dei concorsi a premi.

In una panoramica di offerte così ampia, è bene non farsi coinvolgere troppo e riuscire a valutare con lucidità quelli che sono gli acquisti realmente necessari per la nostra famiglia.

Acquistare una super scorta di un prodotto, quando hai già la dispensa strapiena, in realtà non è una buona mossa: stai anticipando una spesa che avresti potuto evitare per mesi e, forse, rischi anche di ritrovarti con prodotti scaduti o che non sai più dove conservare.

Ti è mai capitato di esserti pentita di qualche acquisto fatto spinto da un’offerta? Sono quasi certa che almeno una volta di sarà capitato. Per evitare queste situazioni, ecco una guida molto utile da seguire sempre per ottenere un risparmio vero.

Come resistere alle offerte (che in realtà non ti servono!)

Come avrai capito, non sempre offerta significa risparmio. Il risparmio si ottiene quando compriamo prodotti che usiamo nelle quantità che soddisfano le nostre abitudini di consumo.

Ti faccio un esempio: comprare 50 pacchi di merendine per approfittare di una “vantaggiosa” offerta, e poi ritrovarsi a mangiare forzatamente lo stesso prodotto per mesi, aumentandone i consumi per il rischio che possa scadere, non è una buona mossa. Hai fatto esattamente quello che l’azienda aveva previsto: consumare molto di più il loro prodotto, anticipandone l’acquisto anche di diversi mesi.

Per resistere alle offerte i tuoi acquisti devono essere sempre pianificati: non è un caso che alcune interessanti promozioni non siano segnalate nei volantini dei negozi. Arrivando impreparata nel punto vendita, sarà difficile resistere.

Quindi, qual’è la strategia da seguire per ottenere un reale risparmio? Ecco i miei suggerimenti, che applico nella vita di tutti i giorni:

  • Controllare sempre la dispensa: se hai iniziato a fare la spesa di accumulo è bene tenere nota dei prodotti che stai conservando. Spesso gli spazi non consentono una buona visione di tutti i prodotti della nostra dispensa. Il mio consiglio è quello di comprare una lavagnetta scrivibile e cancellabile (qui ne puoi comprare tante senza spendere una fortuna) su cui annotare il numero di prodotti per categoria. Ad esempio: detersivo per lavatrice 6 flaconi, pasta 10 confezioni e via dicendo. Ogni volta che prelevi un prodotto dalla dispensa, aggiorna il numero ed avrai sempre la situazione sotto controllo e potrai valutare la qualità delle offerte in base alla tua scorta.
  • Fai un conto medio dei consumi: non lo fai mai nessuno! Sei al corrente di quanti flaconi di shampoo consumi in famiglia in un mese? E quanti pacchi di carta igienica? E quante bottiglie di olio o di polpa di pomodoro? Probabilmente non lo sai (e se lo sai, ti faccio i miei complimenti perché sei sulla giusta strada!) e questo è un male: sapere esattamente quanti prodotti consumi mediamente ogni mese ti aiuterà a capire “l’ammontare” della tua scorta di prodotti. Ha senso comprare la polpa di pomodoro quando ne hai già una scorta annuale? Questo ragionamento ti aiuterà a “scremare” le offerte per comprare solo prodotti che realmente di serviranno a breve termine.
  • Non esagerare con le scorte: so di essere ripetitiva, ma non esagerare mai con le scorte. Ricorda che le nostre abitudini o esigenze cambiano nel tempo. Un esempio? Potresti scoprire un’intolleranza alimentare oppure il tuo pet potrebbe non apprezzare i croccantini comprati in sconto, vanificando così il risparmio.
  • Concorsi con acquisto: segnalo ogni giorno tantissimi concorsi, ma non è detto che tu debba partecipare a tutti! Anche se vincere un premio provoca un’emozione impagabile, impara a scegliere quello che ti serve realmente. Ha senso comprare tante confezioni di un prodotto di marca per provare a vincere un premio che realmente non ti interessa e probabilmente non userai? Punta solo sui concorsi che mettono in palio il tuo “premio dei tuoi desideri”. Allora si che, in questo caso, la vincita sarà davvero utile e ti avrà permesso di risparmiare su un prodotto che volevi comprare, sempre che i prodotti che ti offrono questa opportunità siano prodotti che consumeresti comunque.
  • Premi sicuri: la mia esperienza in tanti anni di promozioni mi porta a darti questo consiglio. Spesso i premi sicuri che puoi ricevere acquistando dei prodotti sono oggetti poco utili e di scarso valore (spesso anche di pessima fattura). Le promozioni che a mio avviso sono più utili, sono quelle che ti permettono di ricevere dei buoni spesa da utilizzare al supermercato o in una catena di negozi. Attenzione, non tutte sono convenienti (e ancora non riesco a capire come alcune persone possano aderire!): un noto marchio del settore beauty spesso promuove una promozione che ti permette, a fronte dell’acquisto di 20€ di prodotti, di ricevere un buono spesa da 10€. In realtà si tratta semplicemente di uno sconto del 50% (che troveresti comunque nei negozi) ma con la complicazione che, per riceverlo, dovrai spedire della documentazione (e quindi spendere soldi per l’invio dello scontrino) correndo anche il rischio che la promozione non sia convalidata per qualche errore o svista. Ne vale davvero la pena?

Probabilmente ora hai le idee più chiare sul mondo delle promozioni: risparmiare non significa comprare tutto ciò che è in sconto, ma riuscire a spendere meno sui prodotti che utilizziamo abitualmente e che sono necessari a coprire il nostro fabbisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *