Come aprire un Bed and Breakfast

Hai una stanza in più? Apri un Bed&Breakfast e trasformala in una fonte di guadagno

Casa spaziosa? Trasformala in un Bed and Breakfast!

La crisi economica ha portato molti di noi ad affrontare alcune scelte decisive in merito alla gestione o alla rivalutazione delle proprie possibilità economiche: aumenti sulle bollette, IMU e imposte varie costituiscono una serie di spese previste o meno che influiscono non poco anche sulla gestione di un bene necessario come la casa.

Se disponete di abbastanza spaziosa e un po’ di spirito imprenditoriale una soluzione interessante per coprire le spese e avviare un’attività in proprio potrebbe essere quella di ospitare presso il vostro domicilio un Bed and Breakfast.

Come aprire un Bed and Breakfast

Il nuovo codice per il turismo identifica due tipi di B&B: quelli a conduzione familiare si differenziano dalle normali strutture alberghiere proprio per la sua semplicità di costituzione.

Non è necessario aprire una partita IVA se l’attività non è continuativa (sono quindi ammesse tutte le attività di tipo stagionale a patto che sia prevista un’interruzione di almeno 90 giorni anche non consecutivi all’anno), l’alloggio non deve avere più di 3 camere e 6 posti letto ed è consentito somministrare cibi e bevande a colazione solo se confezionati.

Leggi anche: Come trovare lavoro

Bed and Breakfast

Ogni regione prevede dei requisiti specifici per la casa ospitante: di base devono comunque essere garantiti il rispetto delle comuni norme igienico sanitarie e sulla sicurezza per gli impianti e la disposizione di spazi arredati adeguatamente dell’ampiezza minima di 14 mq per camera doppia e 8 mq per camera singola.

Nel caso poi voleste avviare una vera e propria attività imprenditoriale e continuativa il B&B rientrerà all’interno della categoria delle attività ricettive paralberghiere (motel, villaggi, beauty farm ecc..): in questo caso la normativa prevede oltre alla registrazione dell’impresa anche la regolarizzazione per quanto riguarda la somministrazione di alimenti e bevande.

Le informazioni e la documentazione necessaria per l’avvio delle pratiche di apertura per un B&B a conduzione familiare o imprenditoriale potranno essere reperite presso lo Sportello Attività Produttive del vostro comune di residenza: è importante comunque informarsi sui regolamenti regionali in materia.

Oltre all’aspetto economico va poi ricordato come questa idea vi permetterà di incontrare persone nuove con le quali lo scambio di esperienze e storie sarà sicuramente reciproco: un modo intelligente e produttivo per abbattere non solo la crisi economica, ma anche quella di rapporti umani!

Potrebbe interessarti anche: Settimana del Baratto: soggiorna gratis in un Bed & Breakfast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *