Bonus Vista: 50€ per i tuoi occhiali o lenti a contatto (ma dovrai essere veloce)

Potrai richiedere 50€ come rimborso oppure come voucher per l'acquisto di nuovi occhiali da vista o lenti correttive. Tutti i dettagli

di Simona Bondi
bonus vista

È finalmente realtà il Bonus Vista, il contributo che ti restituisce 50€ per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto: e vale anche se li hai acquistati nel 2021. Ecco come richiederlo.

Sponsorizzato:

Bonus Vista: a quanto ammonta e chi ne ha diritto

Il bonus vista è il nuovo contributo del valore di 50€ dedicato a chi deve acquistare, o ha già acquistato, occhiali da vista o lenti a contatto.

Nel frattempo, mettiamo a disposizione il link per unirsi al nostro canale WhatsApp dedicato alle promozioni, dove quotidianamente condividiamo le occasioni di risparmio più vantaggiose in tempo reale (il tuo numero di telefono non sarà visibile).

Può essere richiesto una sola volta per ogni membro di un nucleo familiare con ISEE non superiore a 10 mila euro, e può essere utilizzato per l’acquisto o il rimborso di occhiali da vista o lenti a contatto correttive dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2023.

Nello specifico, sarà possibile richiedere il rimborso le persone con ISEE non superiore ai 10 mila euro e che abbiano acquistato dal 1 gennaio 2021 al 4 maggio 2023 o acquisteranno dal 5 maggio al 31 dicembre 2023 occhiali da vista o lenti a contatto correttive.

Come richiedere il Bonus Vista

I beneficiari possono richiedere il Bonus Vista a partire dal 5 maggio alle ore 12:00 sia come voucher da spendere presso gli esercizi commerciali accreditati sia come rimborso per un acquisto già effettuato.

Per farne richiesta collegati a questo sito (potrai fare richiesta dsel bonus dal 5 maggio ore 12)

Per poter richiedere il Bonus Vista ti occorreranno:

Sponsorizzato:
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), riferita a un ISEE non superiore a 10 mila euro
  • SPID di livello 2 o superiore oppure Carta di identità elettronica (CIE) 3.0 o Carta nazionale dei servizi (CNS)
  • gli estremi della fattura o della documentazione commerciale, in caso di rimborso.

Per la richiesta del rimborso bisogna allegare il giustificativo di spesa, indicare la Partita IVA del rivenditore, l’IBAN del conto corrente del richiedente o del beneficiario, la data e l’importo della spesa sostenuta (IVA inclusa).

Sponsorizzato:

Quando avrai generato il voucher, questo dovrà essere utilizzato entro 30 giorni perché, in caso contrario, verrà annullato automaticamente e sarà possibile generarne un altro solo nei limiti delle risorse disponibili.

Quando si riceverà il Bonus Vista

Il rimborso verrà effettuato successivamente alla verifica dei dati inseriti. Ricorda che sarà possibile controllare lo stato di avanzamento accedendo alla piattaforma e visualizzando lo stato della richiesta.

Quando scade il Bonus Vista

Per richiedere questo bonus non c’è molto tempo a disposizione. Sarà infatti possibile richiedere il rimborso entro 60 giorni dalla data di apertura della piattaforma, ossia entro il 3 luglio 2023.

In caso di dubbi o domande gli utenti potranno richeidere assistenza scrivendo all’indirizzo [email protected].

Leggi anche: Bonus trasporti 2023: come si richiede (e a quanto ammonta)

Condividi questo articolo
Seguimi!
Sono Simona Bondi, la mente dietro DimmiCosaCerchi.it, un progetto nato nel lontano 2008. La mia passione è il risparmio, e attraverso il mio sito, condivido preziosi suggerimenti per aiutarti a risparmiare su ogni aspetto della tua vita, dalla spesa domestica al controllo del tuo budget. Nel mio blog, troverai informazioni su buoni sconto, campioni omaggio, concorsi e cashback. In passato, ho avuto l'onore di partecipare a programmi televisivi come "Mi manda Rai Tre," e storie di risparmio dei miei lettori sono state raccontate anche su altre emittenti televisive. Scopri di più nella pagina "Chi siamo" del sito.