,

Come riciclare i fondi di caffè

Ricicla i fondi del caffè

Oggi parliamo di cose belle. È bello quando abbiamo a che fare con qualcosa di buono che la natura ci mette a disposizione, e che sa essere buona fino in fondo. Parliamo appunto dei fondi di caffè. Cioè, siamo ormai alla fine della storia di quei chicchi miracolosi che tanto contribuiscono a riconciliarci ogni mattina col mondo e con noi stessi strappati a forza dal letto, ed ancora non finisce di stupirci.

Il caffè già lo avevamo mentalmente ringraziato per quel suo profumo che ci aveva ridato coraggio, per la musicalità del suo ribollire dentro la caffettiera e, soprattutto, per quel suo sapore sfacciato di caffè. All’italiana, si intende.

Al momento di gettarne i fondi, mai si presentò occasione migliore per coniugare il verbo riciclare. Sono molteplici, infatti, le occasioni per riciclare i fondi del caffè. Per ragioni di spazio, focalizziamoci soltanto su alcune.

riciclare il caffè

Riciclare. Ovvero, come sanare quell’insostenibile maleolenza sulle mani

Trafficando in cucina fra porri cipolle ed agli, o giocando a pulire la casa con prodotti dall’odore non propriamente piacevole, come varichina e associati, capita spesso che gli odoracci in questione si trasferiscano, armi e bagagli, sulle nostre mani. Tentare con saponi e detersivi si rivela un fiasco. Ecco, allora, che riciclare i fondi di caffè per lavarsene le mani diventa la mossa vincente. Provare per credere.

Coi fondi di caffè si prepara anche un ottimo deodorante per il frigorifero: è sufficiente cospargerne una terrina da porsi accanto agli alimenti. Il caffè, oltre ad emanare un buon profumo, assorbe muffe e umidità, ed è adatto anche ad armadi e scarpiere.

Caffè in giardino

Oltre ai tanti usi che se ne possono fare in casa, come tinture per tessuti, o anche per la cosmesi della persona, tipo maschere esfolianti e shampoo riflessanti per capelli castani, in giardino riciclare i fondi di caffè è davvero una pacchia. Cosa c’è di meglio, infatti, che tenere lontane le formiche dalla casa, o le lumache dalle foglie dell’orto, senza dover affidarsi a veleni industriali?

Bastano solo un po’ dei nostri amati fondi di caffè a far la guardia in nostra vece, nel pieno rispetto della natura. Essendo poi ricchi di sali minerali, rilasciano azoto, e quindi si rivelano un concime perfetto per piante e fiori di orti e giardini, nonché per coltivare funghi fai da te. Insomma, pensiamoci bene prima di buttarli nel pattume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *