Come risparmiare nella manutenzione del giardino con il Bonus verde

Avere a disposizione un giardino davanti a casa è un privilegio. Tuttavia molto spesso si finisce per rinunciare ad utilizzarlo a causa della spesa eccessiva che richiede la sistemazione. Oggi con il bonus verde è possibile beneficiare della detrazione IRPEF.

Come avere sempre giardini ben curati

Chiunque possieda uno spazio verde anche piccolo davanti a casa sa bene quanto sia piacevole e rilassante poterci trascorrere qualche ora durante le fresche serate estive. Perché questo sia possibile però, è indispensabile che il giardino sia tenuto sempre in perfetto ordine. Il taglio periodico dell’erba, la potatura delle piante e delle siepi ed un’irrigazione costante, sono alla base di spazi verdi perfettamente curati che donano anche un maggior prestigio a tutta la casa.

In un manto erboso soffice trovano infatti spazio la zona barbecue, il gazebo, il dondolo ed eleganti lampioncini a LED. Tutti elementi che contribuiranno a rendere ancora più piacevoli le allegre tavolate estive all’aperto con gli amici.

I lavori di manutenzione del giardino però richiedono tempo e competenze che non sempre riusciamo ad avere.

Anziché rinunciare ad avere il nostro piccolo angolo di paradiso però, è possibile rivolgersi ad un giardiniere esperto. Oggi, grazie al bonus verde, è anche possibile recuperare parte della spesa sostenuta per la manutenzione del giardino. Vediamo insieme di cosa si tratta e come fare per ottenere il rimborso.

Bonus verde: a chi spetta la detrazione

Questo speciale bonus è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 e successivamente prorogato anche per tutto il 2019. Si tratta di una detrazione fiscale pari al 36% della spesa sostenuta per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali, pertinenze e recinzioni, realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi, oltre che per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

La detrazione spetta per un importo annuo massimo di € 5.000 per ogni unità immobiliare e deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

Questo significa che, se spendiamo € 4.000 per la manutenzione del nostro giardino, potremmo avere uno “sconto” pari al 36% della spesa, ovvero € 1.440 da ripartire in dieci quote annuali di € 144 ciascuna.

Unisciti al nostro gruppo Facebook e scopri altri consigli per risparmiare!
Come risparmiare nella manutenzione del giardino con il Bonus verde

Come fare per ottenere il bonus

Per poter beneficiare della detrazione è importante conservare la fattura ed eseguire il pagamento con strumenti che consentano la tracciabilità delle operazioni, come ad esempio bonifici bancari o postali. In pratica si tratta di un bonus per molti versi simile a quello concesso per la ristrutturazione ed il rifacimento di immobili, solo che questo interessa il giardino ed i terrazzi.

La documentazione andrà consegnata poi al professionista o al CAAF che compila il 730 o la dichiarazione dei redditi Modello UNICO, oppure indicata nella precompilata se la dichiarazione viene inviata in maniera autonoma attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate. La quota spettante andrà a sommarsi ad altri eventuali crediti, come ad esempio quelli riconosciuti per le spese mediche.