Raccomandata Poste Italiane: tutto quello che occorre sapere (aggiornato 2020)

Quando si ha la necessità di avere la prova inconfutabile di una spedizione la miglior cosa da fare è quella di procedere con l’invio di una raccomandata Poste Italiane. Ma quali caratteristiche deve avere e soprattutto, quanto costa spedire una raccomandata? Scopriamolo insieme!

Perché spedire una raccomandata di Poste Italiane

I motivi che possono condurre alla necessità di avere quella prova inconfutabile di invio sono davvero molti. Tra questi i più comuni sono:

  • modifica o disdetta di un contratto o di un servizio
  • richiesta di un pagamento
  • spedizione di scontrini per la partecipazione a concorsi
  • invio della conferma di accettazione di un premio vinto

Sebbene negli ultimi tempi sia stata un po’ messa da parte, e sostituita spesso con la PEC, il valore legale di conferma della spedizione (e della ricezione) rende ancora oggi la raccomandata uno strumento abbastanza diffuso anche in ambito commerciale e legale. Non tutti infatti hanno una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC appunto) e la ricevuta della raccomandata è tuttora uno dei sistemi più utilizzati per dimostrare l’invio di un documento importante.

Per soddisfare il requisito di attestazione legale, così come richiesto dal decreto legislativo n. 261/99, la raccomandata viene consegnata nelle mani del destinatario o esclusivamente ad altra persona da lui delegata.

Caratteristiche della spedizione con raccomandata

Può essere spedita con raccomandata la corrispondenza che non supera 2 kg di peso. La spedizione può avvenire da un qualsiasi ufficio postale presente sul territorio nazionale dal lunedì al sabato. Il valore legale di avvenuta spedizione viene dato dalla ricevuta rilasciata allo sportello.

In alternativa è possibile spedire una raccomandata anche online (per gli utenti registrati a Postaonline), da App Ufficio Postale o a domicilio, utilizzando il servizio Raccomandata da Te.

In ogni momento è possibile monitorare la propria spedizione collegandosi al servizio ed inserendo gli estremi della ricevuta.

Non è possibile inviare tramite raccomandata:

  • denaro ed oggetti preziosi
  • materiali potenzialmente dannosi, come le batterie al litio, neppure se opportunamente imballati

Posta Raccomandata: tempi di consegna e costi

La Posta Raccomandata viene consegnata in quattro giorni lavorativi, oltre quello di spedizione. Sono esclusi i sabati ed i giorni festivi. Qualora non fosse presente né il destinatario né qualcuno da lui delegato al ritiro, viene lasciato nella cassetta della posta un avviso e la raccomandata rimane in giacenza in ufficio postale per trenta giorni.

Nel caso in cui si avesse necessità di far giungere velocemente la nostra spedizione al destinatario è possibile optare per Raccomandata1, un servizio esclusivo di Poste Italiane che assicura il recapito in un solo giorno lavorativo. In caso di assenza del destinatario la raccomandata rimane in giacenza nell’ufficio postale per quindici giorni.

I costi della raccomandata tradizionale variano in base al peso e sono quelli riportati nella tabella sottostante.

Scaglioni di peso Tariffe in euro1
fino a 20 g 5,40
oltre 20 g fino a 50 g 6,95
oltre 50 g fino a 100 g 7,45
oltre 100 g fino a 250 g 8,05
oltre 250 g fino a 350 g 9,00
oltre 350 g fino a 1000 g 11,05
oltre 1000 g fino a 2000 g 14,75

Per la Raccomandata1, pur essendo anch’essi rapportati al peso della spedizione, risultano leggermente maggiorati.

Avviso di ricevimento Posta Raccomandata

Per avere una prova dell’avvenuta consegna della raccomandata al destinatario è possibile richiedere l’avviso di ricevimento. Aggiungendo 1,10€ agli importi sopra riportati possiamo ricevere una cartolina con l’indicazione della data di ricevimento e la firma del destinatario della spedizione.

Potremmo così sapere, ad esempio, se la nostra lettera è stata consegnata direttamente nelle mani del destinatario oppure in quelle di una persona da lui delegata al ritiro.

Pagamento contrassegno della Raccomandata

Possiamo richiedere, nel momento in cui spediamo la corrispondenza, il pagamento in contrassegno con accredito su conto corrente postale.

Nel caso di importo inferiore a 258,23€ il pagamento potrà avvenire in contanti al portalettere. Per importi superiori dovrà invece recarsi nell’ufficio postale indicato nell’avviso che gli verrà lasciato nella cassetta della posta. L’importo massimo che è possibile richiedere come pagamento in contrassegno raccomandata è di 3.000€.

Tale opzione ha un costo che viene addebitato al mittente.

Scopri anche: