Potpourri: come farlo in casa

Raccogli i fiori che più ami e crea un profumatissimo Potpourri fatto in casa senza spendere nulla


Il potpourri è una miscela di fiori e foglie secche aromatizzate, che diffondono nell’aria una piacevolissima fragranza. Danno colore e rendono più bello ogni angolo della tua casa, ma sapevi che è possibile crearlo in casa facilmente? Oggi ti parlerò di come fare!

Come fare il potpourri in casa

Fare in casa il potpourri è più semplice di quello che pensi e ti consentirà di personalizzare la tua composizione con i fiori e le foglie che più ti piacciono. È un ottimo modo per staccare un po’ la spina, dedicandoti alla realizzazione di qualcosa di utile per la tua casa. Inoltre ti permette di profumare la casa senza dover spendere soldi, a vantaggio dell’ambiente (non occorrono prodotti chimici) e del tuo portafogli (non dovrai comprare profumatori per ambienti inquinanti).

Per creare il tuo potpourri, ti serviranno:

  • un contenitore ermetico in vetro
  • fiori freschi
  • qualche goccia di olio essenziale a tua scelta
  • se lo vorrai puoi aggiungere bacca, anice o stecche di cannella
  • ciotola in legno, ceramica o vetro

Procedimento per preparare il potpourri in casa

Scegli dei fiori freschi naturali molto profumati come, ad esempio, le viole, le peonie o le rose. Versa sopra i petali qualche goccia di olio essenziale a tua scelta che seccherà i fiori e ne preserverà la fragranza.

Se lo desideri aggiungi della cannella, delle bacche, dell’anice stellato, chiodi di garofano o rametti e foglie a tuo piacimento.

Chiudi il vasetto ermetico e lascia riposare per 3-5 giorni.

Il tuo potpourri è pronto: ora non dovrai fare altro che versarlo in una ciotola di legno, vetro o ceramica che ne preserveranno l’odore senza disperderlo o assorbirlo.

Di tanto in tanto ravviva la fragranza aggiungendo l’olio essenziale.

Quale olio essenziale scegliere?

Gli oli essenziali sono molto utili non solo per diffondere l’aroma della tua composizione, ma hanno anche delle proprietà benefiche. Oltre ad una questione di gusto personale, puoi scegliere l’essenza a seconda delle tue esigenze, ecco alcuni esempi:

  • Lavanda: rilassante e distensiva
  • Cedro e agrumi: energizzante
  • Menta: rinvigorente

Nel periodo invernale, invece, puoi optare per un olio balsamico, come l’eucalipto, perfetto per i primi malanni dovuti al freddo. Molto utili anche l’olio essenziale di camomilla e rosa, che favoriscono il relax.

Potrebbero piacerti anche:
Come creare un fertilizzante naturale
Idee creative per riciclare i vasetti di Nutella
Tante idee per riciclare i pallet