Lotteria degli scontrini: novità e regole della misura anti-evasione

La lotteria degli scontrini è una delle misure volute dal Governo per combattere la lotta all’evasione fiscale ed incentivare la digitalizzazione della contabilità da parte degli esercenti. Lo scontrino fiscale rilasciato per ogni acquisto darà infatti la possibilità ai clienti di partecipare ad un’estrazione a premi.​

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.​

Come funziona la lotteria degli scontrini​

Inizialmente prevista a partire dal 1 gennaio 2020 la lotteria degli scontrini è stata posticipata al 1° luglio 2020, con un emendamento al decreto fiscale depositato in Commissione Finanze. Nel frattempo l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida che spiega nel dettaglio le modalità di partecipazione ed i premi di questa lotteria che è già stata sperimentata con successo in molti Paesi e dovrebbe spingere i consumatori a pagare con la moneta elettronica, ossia con mezzi di pagamento tracciabili come bancomat e carte di credito.​

Come partecipare alla lotteria degli scontrini​

Possono partecipare alla lotteria degli scontrini tutte le persone fisiche maggiorenni residenti nel territorio dello Stato che effettuano acquisti di beni e servizi al di fuori dell’attività di impresa, arte o professione.​

Per poter partecipare alla lotteria degli scontrini è necessario richiedere il codice lotteria sul sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.it, nell’apposita sezione resa disponibile a partire dal 9 marzo.​

La partecipazione alla lotteria degli scontrini è ovviamente facoltativa. Parteciperanno solo coloro che comunicheranno al commerciante il proprio codice.​

Attenzione però. Non stiamo parlando di codice fiscale, come erroneamente ritenuto sulla base del primo provvedimento del 31 ottobre 2019, ma di un vero e proprio codice lotteria, da generare sul portale della lotteria disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.​

Una volta collegati al sito sarà sufficiente immettere il proprio codice fiscale nella sezione “Partecipa ora” per ricevere il codice lotteria, da memorizzare sullo smartphone per averlo sempre con se e mostrarlo all’esercente ad ogni singolo acquisto superiore ad 1 euro. È questo infatti l’importo minimo ammesso per poter concorrere alla lotteria degli scontrini e sperare di vincere fantastici premi.​

La lotteria degli scontrini sarà strutturata su due diversi binari, prevedendo premi diversi a seconda della modalità di pagamento utilizzata (contanti o carta di credit/bancomat).​

Lotteria degli scontrini: i premi in palio

Per coloro che pagano la consumazione al bar, la cena al ristorante o l’acquisto di un capo di abbigliamento in contanti sono previste tre estrazioni mensili con premi da 30.000 euro ciascuna, oltre ad un maxi-premio annuo da 1 milione di euro.​

I premi della lotteria degli scontrini cashless si presenta molto più generosa, prevedendo ben 10 estrazioni mensili da 100.000 euro ciascuna ed un maxi-premio di fine anno da 5 milioni di euro. Le estrazioni zerocontanti vanno a premiare anche l’esercente, con 10 premi mensili da 20.000 euro ciascuno ed una maxi estrazione a fine anno da 1.000.000 di euro.​

A partire dal 2021 cambieranno le regole. La lotteria degli scontrini vedrà aggiungersi appuntamenti settimanali con la dea bendata, con 15 premi da 25.000 euro per le estrazioni legate agli acquisti pagati con carte di credito e bancomat e 7 premi settimanali da 5.000 euro per quelli invece saldati in contanti. Le estrazioni zerocontanti settimanali andranno a premiare anche in questo caso anche gli esercenti, che avranno la possibilità di aggiudicarsi uno dei 15 premi settimanali da 5.000 euro ciascuno.​

Secondo i piani del Governo la lotteria di Stato contribuirà sia a contrastare l’evasione fiscale, invogliando i contribuenti a richiedere l’emissione dello scontrino elettronico (che ricordiamo è obbligatorio dal 1 gennaio 2020 per tutti gli esercizi), sia ad incentivare il pagamento elettronico, visto che la sezione della lotteria cashless prevede vincite molto più sostanziose.

Le estrazioni avverranno il primo giovedì di ogni mese. Il primo appuntamento con la dea bendata è quindi fissato per il 7 agosto 2020.

Come riscuotere i premi Lotteria degli scontrini

L’agenzia delle Dogane e dei Monopoli provvederà ad inviare ai vincitori di ogni estrazione una lettera raccomandata A/R oppure una PEC. Chi ha inserito anche il proprio numero di cellulare riceverà anche un avviso informale via sms.

Una volta ricevuta la comunicazione di vincita i fortunati estratti dovranno comunicare entro 90 giorni dalla ricezione della PEC o della raccomandata (pena la decadenza del premio) le modalità con cui vogliono ottenere il pagamento della vincita.

Per gli avvisi ricevuti via PEC è sufficiente inviare la comunicazione attraverso lo stesso canale. Coloro che non hanno indicato un indirizzo di Posta Elettronica Certificata o tale indirizzo risulta inattivo o con la casella piena, invece riceveranno una raccomandata A/R all’ultimo indirizzo disponibile in Anagrafe Tributaria. Avranno quindi 90 giorni di tempo dal ricevimento della raccomandata per recarsi presso la sede dell’Ufficio dei Monopoli territorialmente competente per comunicare le modalità con cui vogliono incassare la propria vincita.

Il pagamento potrà essere effettuato attraverso bonifico bancario o postale. Coloro che non dispongono di conto corrente potranno ricevere la vincita a mezzo assegno circolare non trasferibile.

Lotteria degli scontrini: sanzioni​

Inizialmente il Decreto Fiscale 2020 aveva previsto una sanzione per evitare il boicottaggio della lotteria degli scontrini, prevedendo importi compresi tra 100 e 500 euro per tutti quei commercianti che avessero rifiutato di comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati del cliente.​

Nella conversione della legge la sanzione è stata invece sostituita dalla possibilità per il cliente di segnalare quegli esercenti che rifiuteranno di indicare i dati necessari per poter sperare di essere baciati dalla fortuna. Le segnalazioni effettuate dai clienti serviranno per la predisposizione di apposite liste di imprese, aziende e professionisti a rischio evasione, per i quali si farà più serrato il controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate.​

In attesa di conoscere ulteriori dettagli, scopri altri concorsi con scontrino, i concorsi gratuiti e come guadagnare registrando la spesa del supermercato!