La spesa d’accumulo e la spesa d’occorrenza

Magari non ci avrete mai neppure fatto caso, ma esistono due modi – entrambi molto intelligenti – di fare la spesa. Si chiamano “Spesa di accumulo“, e “Spesa di occorrenza”. Entrambi sono metodi di risparmio efficaci, ma sono sostanzialmente l’uno l’opposto dell’altro.

Vediamo la differenza tra questi due differenti metodi di fare la spesa.

La spesa di accumulo: cos’è?

La spesa di accumulo consiste nell’acquistare grandi quantitativi di prodotto utili alla famiglia, approfittando di offerte e sconti presenti nei vari supermercati. Le offerte possono essere derivate dal punto vendita stesso, oppure alla presenza di buoni sconto che ti permettono di acquistare un prodotto ad un prezzo molto inferiore.

Se si dispone di un pò di spazio in casa, questi acquisti possono essere accumulati ed utilizzati all’occorrenza, man mano che le scorte acquistate si esauriscono.

È molto importante però acquistare solo prodotti che vi servono realmente e fare molta attenzione ai prodotti deperibili, come gli alimenti. Spesso i prodotti in offerta sono prodotti prossimi alla scadenza.

Questo tipo di acquisto è quindi particolarmente indicato per detersivi, detergenti, carta igienica, spazzolini da denti, dentifricio, prodotti di largo consumo, ecc….

La spesa d'accumulo e la spesa d'occorrenza

Spesa di occorrenza: cos’è?

In questo metodo di acquisto, rientrano tutti quei generi di prima necessità, che sono necessari in casa. In questo caso, non difficilmente si troveranno offerte. Per questo motivo, per avere un reale risparmio, è bene attenersi esclusivamente alla lista della spesa di cose che dovete acquistare.

Se imparerete a fare un’intelligente “spesa di accumulo“, noterete che la lista della “spesa di occorrenza” diventerà sempre minore, permettendovi di risparmiare a fine mese un bel pò di denaro.

→ Approfondisci anche con: Come mantenere il controllo delle spese (e risparmiare)

È meglio la spesa di accumulo o la spesa al bisogno?

Come abbiamo visto, entrambi sono metodi efficaci per risparmiare. Personalmente preferisco la spesa di accumulo che, a mio avviso, offre diversi vantaggi:

  • Acquisto grandi scorte di prodotti scontati al 50% e risparmio nel lungo periodo
  • Mi reco meno spesso al supermercato, così evito ogni tentazione (in genere faccio la spesa ogni 14 giorni)
  • Ho sempre tutto quello che mi serve sottomano e difficilmente resto senza qualche prodotto al momento del bisogno
  • Organizzo al meglio il mio planning settimanale dei pasti, avendo sempre tutto ciò che mi occorre
  • Risparmio carburante, tempo e stress andando meno spesso al supermercato

PILLOLE DI SAGGEZZA

Imparerete, con il tempo, che i supermercati ideali per fare una spesa di accumulo, sono quelli che hanno i prezzi più alti. Solitamente, grazie a questo, offrono delle promozioni molto più vantaggiose!

L’importante, è acquistare solo i prodotto scontati!

Imparate ad utilizzare i buono sconto. Molti supermercati inviano a casa dei buoni sconto, oppure offrono la possibilità di scaricarli e stamparli direttamente dal loro sito web. Salvate il link dei supermercati della vostra zona che offrono questo tipo di promozioni, e visitateli ogni settimana, prima di fare la spesa. Il risparmio sarà notevole!

Preparate sempre la lista della spesa prima di uscire; in questo modo riuscirete ad attenervi esclusivamente a quanto realmente necessario acquistare, senza cadere in tentazioni inutili!

Un altro piccolo trucchetto, è quello di non uscire mai a fare la spesa con lo stomaco vuoto! Sembrerà incredibile, ma si è molto più propensi a fare acquisti impulsivi, che non avremmo fatto se fossimo stati sazi! Buona spesa!

Potrebbe interessarti anche: Spesa online, dove farla?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *