Diventa tester Cuscino Allattamento Boppy Chicco

Da oggi hai la possibilità di candidarti per testare gratuitamente il Cuscino per l’Allattamento Boppy Chicco. Candidarsi è semplice e completamente gratuito.

Cuscino Allattamento Boppy: provalo gratis con Chicco

Sei una neo mamma o stai per diventarlo? Approfitta di questa fantastica opportunità e potresti essere selezionata per testare gratuitamente un prodotto Chicco utilissimo per l’allattamento del tuo bambino.

I cuscini Boppy sono studiati per il tuo benessere e per quello del tuo bambino. Sono perfetti perché sostengono bene il neonato e consentono alla mamma di stare comoda e rilassata, riducendo la tensione muscolare a braccia, spalle e collo rendendo così più semplice il momento dell’allattamento. Il cuscino Boppy è raccomandato dalle ostetriche italiane.

Vorresti candidarti per testarlo gratuitamente? Ti basta seguire questo link ed iscriverti gratuitamente a “My Chicco”, l’area del sito riservata agli iscritti che ti permette di ricevere la newsletter con utilissimi sconti.

Dopo esserti registrata avrai la possibilità inserire i dati del tuo bambino per partecipare alla selezione dei tester: fra tutti coloro che si candideranno saranno selezionate 20 mamme che riceveranno gratuitamente a casa il cuscino Boppy di Chicco. Le iscrizioni sono aperte fino al 31 ottobre 2018.

Non perdere anche queste iniziative con omaggio:
In omaggio il volume di Gioachino Rossini
Stampa artistica di Paolo VI in omaggio
Kerastase Fusio Dose: 10€ di sconto
Stampa della Vergine Immacolata in omaggio

Diventa tester Cuscino Allattamento Boppy Chicco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Written by Simona Bondi

Simona Bondi è l'autrice del sito DimmiCosaCerchi.it. Fondato nel 2008, mi occupo di risparmio fornendo utili consigli per risparmiare su ogni cosa: dalla spesa, alla casa, ai soldi in banca. Oltre a scrivere su queste pagine, creo articoli anche per Dilei.it. Occasionalmente, ho partecipato ad alcune trasmissioni come "Mi manda Rai Tre". I nostri lettori hanno raccontato le pazze spese anche su altri canali televisivi.