Come riciclare le candele? Tre idee per accendere la fantasia!

Idee per riciclare le candele

Capita spesso, soprattutto dopo le feste natalizie, di ritrovarsi la casa invasa da ciò che rimane delle candele usate. A questo punto sorge il dilemma, soprattutto per chi è animato da uno spirito creativo e attento al risparmio: cosa farne degli avanzi di cera rimasta? Come riciclare quella candela coloratissima e dal meraviglioso profumo? Niente paura, esistono almeno tre modi per riciclare le candele, accendere la fantasia e risparmiare!

Tante candele in una

Chi si domanda come riciclare la cera delle vecchie candele e risparmiare sull’acquisto di quelle nuove, può fondere insieme gli avanzi per creare una nuova candela originale e assolutamente personalizzata. Basta tenere per un po’ la cera in freezer, ridurla in frantumi, scioglierla in un pentolino con dell’acqua bollente su un fornello o una piastra appositi (meglio non rischiare che le colate di cera intacchino quelli della cucina!), fissare lo stoppino al fondo del contenitore che ospiterà la candela nuova, versare la cera e lasciarla solidificare. Si possono realizzare candele delle forme più varie, mescolare colori e profumazioni oppure aggiungere un olio essenziale alla cera fusa. Le candele ottenute con questo metodo sono perfette come idea regalo unica e fatta a mano con un occhio al risparmio.

Che profumo e che risparmio!

È avanzata poca, profumatissima cera? Come riciclare le candele a cialda o tart, le più odorose tra le candele? Trasformandole in un profumatore per armadi e cassetti! In questo caso si tratta soltanto di ridurre in scaglie la cera avanzata e collocarla nei vari spazi del guardaroba, magari chiusa in graziosi sacchettini di velo. Così i vestiti odoreranno della fragranza della nostra candela preferita, un profumo personale e insolito, che parla di noi facendoci addirittura risparmiare: niente male davvero! Se gli avanzi di cera sono rimasti attaccati al bruciaessenze, basta metterlo per qualche ora in freezer e la cera si staccherà in comodi pezzi compatti, pronti per deodorare la biancheria.

Fantasia di cera: risparmio e creatività

Infine, per chi ha deciso di risparmiare su tutto ma non sulla fantasia e ha una buona manualità, non ci sono limiti su come riciclare le candele: la cera scaldata e ammorbidita, ma non fusa, diventa un materiale malleabile con cui realizzare soprammobili e decorazioni, magari con l’aiuto di formine e di utensili da modellato: basta lasciarsi ispirare dai colori della cera a disposizione per liberare la propria creatività, con un bel risparmio sull’oggettistica per la casa e i regali.
Prendendo spunto da questi tre suggerimenti su come riciclare le candele, sono molti i modi in cui creare e risparmiare con la cera e un pizzico di inventiva!