Coronavirus: le aziende che hanno fatto donazioni

Sosteniamo gli acquisti verso tutte le aziende che a loro volta si impegnano concretamente per supportare il Paese e la nostra sanità, anche in un momento così difficile: ecco quali sono (in aggiornamento)!

Donazioni aziende per Coronavirus: ecco quali ci sostengono

Oggi voglio creare un elenco (in aggiornamento) per riassumere tutte le donazioni effettuate dalle aziende in questo momento di crisi sanitaria causato dalla pandemia di Covid 19.

Ricordatevi di loro ed aiutate chi ci sta aiutando in un momento così difficile:

  • Bottega verde – ha donato l’incasso online della giornata dell’11 marzo 2020 (Link: BottegaVerde)
  • Barò Cosmetics: l’azienda dei fratelli roerini Simone e Alberto Toppino che propone una linea di cosmetici a base di vinaccioli di uva Nebbiolo, donerà alla Regione 30 mila flaconi da 100 ml di igienizzante mani da utilizzare nell’emergenza Coronavirus. (Link: Promo Barò)
  • Aukey Italia: AUKEY dona 100.000 maschere facciali a istituzioni e ospedali Italiani.
    Prodotte dal gruppo AUKEY, sono state così distribuite, 50.000 all’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria nel Veneto, 25.000 all’ASL2 di Napoli, a Frattaminore, 5.000 agli uffici della SAPNA, azienda provinciale che opera nel Sistema Ambiente sul territorio campano e le restanti 20.000 alla regione Sardegna. (Link: Aukey)
  • Lavazza – ha donato 10 milioni di euro a progetti di sostegno a sanità, scuola e fasce deboli in Piemonte (segui questo link per saperne di più)
  • Huawei Italia – ha consegnato 1.000 tute protettive ad alcune strutture sanitarie di Milano e metterà a disposizione 200.000 mascherine FFP2 dalla Cina, oltre ad assicurare varie soluzioni tecnologiche (Link: Huawei)
  • Teoxane Italia Cosmeceuticals – devolverà il 10% delle vendite dei cosmetici fino al 3 aprile 2020 per il policlinico Sant’orsola Malpighi di Bologna (Link: Teoxane)
  • Gruppo Selex: Selex Gruppo Commerciale mette a disposizione dell’Ospedale Sacco di Milano, di ASST-Lodi, Azienda Socio Sanitaria Territoriale che include gli Ospedali di Lodi e Codogno, e della Protezione Civile, 1 milione di euro per la ricerca e per interventi urgenti a favore dell’emergenza sanitaria. (Link: Selex)
  • EsselungaPer gli Ospedali e gli Istituti impegnati in prima linea nell’assistenza dei pazienti e nella ricerca scientifica ha previsto donazioni per 2,5 milioni di euro. (Link: Esselunga)
  • Ferrero: I titolari del colosso dolciario hanno deciso di donare 10 milioni di euro al commissariato nazionale per l’emergenza (Link: Ferrero)
  • Orogel: La Fondazione del gruppo Orogel dona 800mila euro all’ospedale Bufalini e alla Caritas di Cesena. (Link: Orogel)
  • Giovanni Rana: Gian Luca Rana, amministratore delegato di Pastificio Rana, dona 400.000 euro per l’acquisto di apparecchiature per la ventilazione assistita, per dare un aiuto concreto al sistema sanitario del Veneto e ai suoi straordinari professionisti impegnati, con uno sforzo senza precedenti, a fronteggiare la diffusione del Coronavirus. (Link: GiovanniRana)
  • Caleffi: Il gruppo Caleffi, con le proprie aziende Caleffi Hydronic Solutions, Cristina Rubinetterie, Pressco e Rdz, scende in campo contro il Covid-19 per sostenere gli ospedali nella lotta contro l’epidemia e dona 1 milione di euro suddivisi fra l’Ospedale SS. Trinità di Borgomanero e l’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. (Link: Caleffi)
  • Grana Padano: lI Consiglio di Amministrazione del Consorzio Tutela Grana Padano ha deliberato di devolvere 1.000.000 di euro per contribuire a contrastare l’emergenza coronavirus. Doneremo 500.000 euro alla Lombardia, 250.000 al Veneto, 150.000 a Piacenza, 50.000 al Trentino e 50.000 al Piemonte, toccando così tutte le aree della zona di produzione della nostra DOP, per l’acquisto di strumentazione sanitaria quale respiratori, tamponi, mascherine (Link: Grana Padano)
  • Eurospin: dona 100.000 € per sostenere la lotta contro il Coronavirus. (Link: Eurospin)
  • Faby: Faby donerà alla Protezione Civile il 50% dei proventi di FabyBoutique.com per dare il nostro contributo affinchè soccorritori in prima linea, i volontari e gli operatori sanitari abbiano le risorse per proteggere la loro salute, contribuendo al tempo stesso alla risposta dell’Italia al Covid-19.

Ci sono di sicuro realtà che “speculano” sull’emergenza, ma ci sono tante aziende che si impegnano concretamente e vanno quindi sostenute ricambiando il piacere: ricordatevi di loro e sostenetele facendo acquisti.

↪ Vuoi risparmiare di più? Unisciti al nostro gruppo Facebook e Iscriviti alla Newsletter del Risparmio: potrai scaricare subito un e-book e ricevere ogni settimana le migliori offerte nella tua e-mail!
Coronavirus: aziende donazioni