Birra: come farla in casa per risparmiare

Gli amanti della birra e anche i semplici consumatori, sanno bene che una birra artigianale ha un gusto migliore rispetto a quella industriale. Purtroppo, però, nei locali e nei supermercati è sempre molto difficile riuscire a trovarla e, quando c’è, non è proprio economica. Detto questo, ti chiedo: hai mai pensato di fare la birra in casa? Ti assicuro che non è difficile e ti consentirà di risparmiare senza rinunciare al gusto!

I vantaggi di fare la birra in casa

Fare la birra in casa ha molteplici vantaggi, primo tra tutti il risparmio. Ma non solo: sarai sempre certa di cosa stai bevendo in quanto gli ingredienti gli sceglierai tu personalmente. Potrai provare combinazioni sempre diverse, aggiungere aromi, decidere il grado di fermentazione e molto altro ancora.

L’investimento di denaro iniziale necessario a comprare il kit ti consentirà di risparmiare a lungo tempo in quanto non dovrai comprarla ogni volta, abbattendo il costo di questa bevanda. Inoltre produrrai meno rifiuti, in quanto le bottiglie di vetro sono riutilizzabili e, una volta lavate, saranno pronte a contenere altra birra.

Non dovrai sostenere il costo (e il peso) del packaging, riducendo carta, alluminio, costi di imballaggio. Insomma: fare la birra in casa conviene, ti permette di produrre meno rifiuti e di avere sempre una buona scorta in casa, pronta per essere servita.

Come fare la birra in casa

Ma ora veniamo al dunque: come si fa la birra in casa? In commercio esistono appositi kit che ti consentiranno di rendere molto più semplice il processo di birrificazione casalingo. Se non sei esperta e sei alle prime armi, ti conviene iniziare con i kit da principiante, che contengono estratto di malto già miscelato con il luppolo. A questo dovrai aggiungere solamente acqua, lieviti e zuccheri.

L’estratto andrà messo in ebollizione aggiungendo della semplice acqua. Il composto così ottenuto va fatto raffreddare in modo da poter successivamente mettere i lieviti e gli zuccheri. Insieme al kit troverai le istruzioni, la temperatura ideale e la guida completa.

Infine, metti tutto nel fermentatore in dotazione con i kit e attendi qualche settimana. A questo punto, controlla la tua birra casalinga e aggiungi altri zuccheri ponendo tutto in un secondo contenitore. Mescola tutto e imbottiglia! A seconda del grado di maturazione che vorrai ottenere, dovrai lasciar riposare la birra qualche settimana, in modo che si formi l’anidride carbonica e che i lieviti si depositino sul fondo.

Kit per la birra casalinga: dove comprarli

I kit per principianti, ma anche per mediamente esperti e espertissimi sono facilmente reperibili online, su Amazon. Ecco i più convenienti:

Kit di fermentazione con istruzioni in italiano: un kit completo a meno di 50€, comprensivo di istruzioni multilingua, tra cui l’italiano, estratti di malto, estratti di luppolo, aromi naturali, tappatrice con 21 tappi a corona.  » Lo trovi qui

Kit birra Lusso: anche in questo caso trovi tutto ciò che ti serve per produrre in casa la tua birra. Inoltre, trattandosi di un kit lusso, sono anche inclusi alcuni accessori come il bicchiere in vetro e due contenitori, uno per la fermentazione e uno per il travaso. » Lo trovi qui

Kit rapido: per chi ha fretta e vuole appurare sin da subito i risultati, è disponibile il set rapido che ti consentirà di produrre la tua birra in una sola settimana. » Lo trovi qui

Kit in acciaio: fermentatore completo da 30 Litri, con chiusura ermetica, in acciaio inox al 100%. Ideale anche per il vino e per altre bevande fermentate. » Lo trovi qui

Letture consigliate: impariamo a fare la birra in casa!

Se prima di cimentarti nella produzione di birra casalinga vuoi documentarti al meglio, sempre su Amazon sono disponibili molti libri che ti sveleranno tutti i trucchi per una produzione ottimale.

Se sei in possesso di un Kindle, puoi acquistare i libri che preferisci pagandoli solo pochi euro. » Li trovi qui

Birra: come farla in casa

Unisciti al nostro gruppo Facebook e scopri altri consigli per risparmiare!