Codice EAN: cos’è, a cosa serve, come trovarlo (e tante altre info utili)

Cos’è il codice EAN e a cosa serve? Spesso non ci soffermiamo a lungo sul suo significato e sull’utilità che offre, pensando che si tratti solo di un codice a barre utile per consentire la lettura ottica di un prodotto ai sensori a scansione ottica presenti alle casse del supermercato.

Pubblicità

Sicuramente questo è uno degli impieghi più diffusi, ma oltre che ai cassieri della grande distribuzione il codice EAN può essere utilissimo anche per ognuno di noi. Vediamo perché!

Cos’è il Codice EAN dei prodotti e dove possiamo trovarlo

L’acronimo EAN sta ad indicare European Article Number, ovvero il numero assegnato ad ogni articolo da una codifica europea che ne permette l’identificazione univoca a livello internazionale. Il barcode è quindi una sequenza alfanumerica che può essere formata da una quantità diversa di caratteri, a seconda del tipo di prodotto. Ne esistono due versioni principali:

  • EAN 13 (codice normale costituito da 13 caratteri)
  • EAN 8 (codice ridotto formato da soli 8 caratteri)

A questi vanno ad aggiungersi tante sottocategorie, come l’EAN2 e l’EAN 5, usate in ambiti specifici, come quello letterario. Quelli che invece troviamo sui prodotti destinati al mercato globale sono sempre codice EAN 13 o EAN 8 (quando la confezione del prodotto non è sufficientemente grande da contenere i 13 caratteri).

Pubblicità:

In entrambi i casi le prime sette cifre formano la Global Location Number (o numerazione globale dell’indicazione del luogo). Le prime tre cifre indicano il Paese (per l’Italia troveremo numeri che vanno da 800 a 839), le successive quattro stanno ad indicare l’indirizzo del produttore o del fornitore. Il codice EAN 8 a questo punto riporta solo un’ulteriore cifra, che funge da sistema di controllo, mentre il codice EAN 13 prima di tale cifra contiene altre 5 cifre che forniscono una descrizione del prodotto specifico.

Ogni codice EAN è presente sulla confezione del prodotto e lo possiamo individuare facilmente poiché riporta i numeri appena descritti sotto ad una stringa composta da tante righe nere disposte in verticale.

Codice EAN
Esempi di Codice EAN sui prodotti di uso comune

Come utilizzare il codice EAN: vantaggi per il consumatore finale

Abbiamo detto che il barcode presente sulle confezioni dei prodotti può essere utilissimo per i supermercati che disponendo di registratori di cassa idonei per avere la contabilizzazione immediata dell’articolo senza necessità di dover prezzare le confezioni una ad una. Ma il codice EAN può offrire grandi vantaggi anche al consumatore finale, in particolar modo quando fa acquisti online.

Se ad esempio stai cercando un prodotto specifico su un e-commerce che dispone di una grandissima quantità di prodotti simili (come ad esempio Amazon), sappi che ti basterà inserire il codice EAN nell’apposita casella di ricerca per trovare quello che stai cercando in una frazione di secondo.

Un esempio? Il pacco di assorbenti Lines che vedi in foto riporta il codice EAN “8001480034969”. Inserendolo nella casella di ricerca Amazon troverai come risultato l’esatto prodotto che hai sotto mano:

Lo stesso codice European Article Number può rivelarsi prezioso anche per la partecipazione a concorsi ed eventi promozionali. Un esempio in questo senso arriva da Arexons, il brand lombardo che propone tantissimi prodotti per la manutenzione e la cura dell’auto. Grazie al barcode presente sulle batterie per auto è possibile avere un riscontro immediato sulla possibilità di ottenere un premio certo partecipando all’iniziativa che proseguirà fino al 31 luglio 2021 e capire quali sono i prodotti da cercare sugli scaffali.

Ora che conosci l’importanza del codice EAN siamo altrettanto certi che non rischierai di perderne nessuna.

↪ Vuoi risparmiare di più? Unisciti al nostro gruppo Facebook oppure seguici su Telegram! Puoi anche iscriverti alla Newsletter del Risparmio: potrai scaricare subito un e-book e ricevere ogni settimana le migliori offerte nella tua e-mail!