Buoni sconto Prenatal di Giugno

Chi ha figli piccoli sa bene quanto sia difficile riuscire a far quadrare i conti quando ci sono così tante spese da sostenere. Ma a dare una mano ai neo genitori ci pensa Prenatal, che offre ben 25 buoni sconto pari a un risparmio totale di 600 euro! Corri a scoprire tutti i buoni sconto Prenatal di giugno.

Buoni sconto Prenatal di giugno, 600 euro di risparmio

Per scaricare i buoni sconto Prenatal di giugno clicca qui. Troverai 25 diversi buoni sconto che ti permetteranno di risparmiare su tanti prodotti per bambini: dai pannolini ai completi letto, passando per sedili auto, lettini, box, passeggini e tanto altro, delle migliori marche.

Grazie ai buoni sconto Prenatal puoi risparmiare su prodotti di uso quotidiano come i pannolini e le salviettine Pampers, ma anche acquistare a prezzo scontato oggetti che ti possono servire in vacanza, come i materassini o i porta vivande termici.

Leggi anche: Buono sconto baby care puris da Carrefour 

Utilizza i buoni sconto Prenatal

Puoi usare i buoni sconto Prenatal fino al 9 luglio in tutti i punti vendita Prenatal (ad esclusione degli outlet) o online. Per usare i buoni ricordati di presentare in cassa la tua Prenatal Card o di inserire sul sito il numero della carta.

Su ogni coupon trovi il valore dello sconto e l’indicazione del prodotto al quale va applicato. Ad esempio, puoi risparmiare 5 euro sulle scarpine Chicco, 20 euro sui monitor digitali Foppapedretti oppure 50 euro sul passeggino modulare Zyppi Pro Inglesina e 150 euro sul sistema Tribe Plus Prenatal.

Scarica i buoni sconto Prenatal di giugno e risparmia fino a 600 euro sui tuoi acquisti per i più piccoli della famiglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Written by Simona Bondi

Simona Bondi è l'autrice del sito DimmiCosaCerchi.it. Fondato nel 2008, mi occupo di risparmio fornendo utili consigli per risparmiare su ogni cosa: dalla spesa, alla casa, ai soldi in banca. Oltre a scrivere su queste pagine, creo articoli anche per Dilei.it. Occasionalmente, ho partecipato ad alcune trasmissioni come "Mi manda Rai Tre". I nostri lettori hanno raccontato le pazze spese anche su altri canali televisivi.