,

Una Primavera di Contrasti

Una Primavera di Contrasti

Dalla massima sobrietà del nero agli eccessi delle forme e colori

La primavera sta arrivando, o almeno, così cominciano a farci credere le vetrine dei negozi, in un momento in cui siamo ancora in transizione tra i saldi invernali e le nuove collezioni primavera estate.
La P/E 2010 si propone con una doppia faccia: c’e’ il ritorno del total black, sobrio in forme e colori, e c’è l’altra faccia, decisamente più consona alla primavera, esuberante per colori, accostamenti e forme.
Per quanto riguarda il nero, avremo un must di stagione: il ritorno del tubino nero (ma è mai davvero scomparso?). Lo chiameranno passepartout, ed è vero: un solo pezzo che ci risolve problemi di abbinamento, stili e colori. Un unico pezzo che a seconda delle sue declinazioni in lunghezza, scollo e spalline, può assecondarci negli intenti e negli scopi, e diventa quindi elegante, sobrio o seducente. Gli accessori abbinati sono altrettanto lineari. La scarpa potrebbe essere il classico decollete, ancora una volta nero, al massimo impreziosito da un particolare, un fiocchetto, una fibbia, un punto luce, ma sempre senza quasi dare nell’occhio. Oppure una bella giacca nera, lunga, corta, sfiancata, taglio maschile, non importa, sarete voi a decidere a seconda dell’effetto che volete rendere.

Primi su tutti, a cavalcare lo stile impeccabile del nero 2010, sono Dolce&Gabbana, che escono con una collezione total black che nasce con l’intento di un ritorno di stile alle loro origini, che è un chiaro richiamo al sud Italia. Una collezione fatta di pezzi rigorosamente monocolore nero, e dalle forme molto lineari e semplici: gonne a tubo, longuette, bustini, golfini, pizzi, trine, senza esagerare però. Il concetto è che un’eleganza fatta di semplicità possa diventare veicolo dell’essenza femminile. Per la collezione, scelgono una testimonial d’eccezione anche se già ben abituata allo stile del duo italiano: Madonna, in perfetto stile anni 70, un mix tra Monica Vitti e Mariangela Melato, sempre per calcare questo concetto dell’Italia delle origini, dei 2 stilisti s’intende.

Una primavera di contrasti

Un ultimo consiglio, solo per le più ardite: se l’occasione lo permette o se siete particolarmente fashion victim, potete accostare un unico pezzo monocolore ma non nero: osate con una borsa rossa, o una scarpa blu elettrico, un foulard oro, lo smalto arancione… Vedete voi, un unico tocco di colore, che vi renderà assolutamente inconfondibili.

Ricordate anche che già la stagione che sta finendo imponeva il ritorno del blu elettrico, che poi si è visto solo in passerella e poco nei negozi: assolutamente basta al viola, dopo 3 anni ormai ha fatto il suo corso, ma se proprio siete affezionate alla tonalità, almeno virate al melanzana.

tubino
tubino

Per contrasto, altri stilisti optano invece per delle forme al completo opposto: un mare di colori, accostati insieme, sovrapposti, su più strati, e i tagli e le forme devono essere assolutamente irregolari. Spazio alla fantasia dunque! Siate estrose, ma con buon gusto..

Viktor & Rolf su tutti propongono la gonna da balletto rivisitata in ogni modo:

Gonne 2010
Gonne 2010

Questo ci ispira ad usare gonne ampie, un po’ pazze, magari drappeggiate con un fiocco o una spilla… Una semplice gonna a ruota intera, bene si presta a questo scopo.

Balenciaga, invece, punta assolutamente sulle geometrie, che sembrano essere un unico sovrapporsi di più strati, di diversi colori e materiali. Il risultato è altrettanto eccentrico, ma sicuramente non passerete inosservate.

In questo caso potrete sbizzarrirvi con un jeans accostato ad una maglietta asimmetrica, con una sola manica, oppure una manica e una spallina, una manica lunga e una corta, con il bordo non tagliato orizzontale ma in diagonale, con i voulant, i plissè…

E per un effetto ancora più sorprendente, potete anche sovrapporre i pezzi: una maglietta stretta semplice corta ma a manica lunga e collo alto e sopra un’altra di colore completamente opposto però lunga e senza maniche… avrete la maniche e il collo di un colore, e il busto di una altro… giocando su forme, materiali, colori e lunghezze con pochi pezzi potrete inventare un look diverso ogni giorno, e il vostro armadio sembrerà infinito.

Moschino
Moschino

Arriva anche Moschino con le sue celebri note di colore, e di nuovo vedete apparire forme e stili diversi fra loro ma unicamente accostati per un risultato d’effetto. E ormai avete capito come fare ad inventare questi stili: osate!

Moschino 2010

Osate osate osate! Questa è la stagione giusta, in fin dei conti, la primavera risveglia i sensi!

E ricordate…. Il vostro stile è dentro ognuna di voi, e la vostra personalità e il vostro gusto contano più di migliaia di euro spesi in boutique… 😉

Bacibaci Cleo