,

Labello: origini e ingredienti

Cosa non può mai mancare dentro la borsa di una donna? Il burrocacao! Ormai è diventato un oggetto comune, nonché un aiuto basilare per la cura e la bellezza della persona. A chi piace una bocca brutta? Chi bacerebbe delle labbra secche e screpolate? Credo nessuno.

Idrata, protegge e ammorbidisce, ma può anche colorare e profumare. E pensate che il primo burrocacao ad essere inventato derivava dal cerume umano! Poi la sua composizione è stata modificata per ovvi e sgradevoli motivi.

Le origini del Labello: scopriamole insieme

Anche se enormemente diffuso, non va etichettato come “banale”; infatti dona molti benefici, proteggendo ad esempio dalla stomatite (infiammazione della mucosa delle labbra), dal freddo, dalla cheilite angolare (infiammazione degli angoli della bocca) e dal fastidiosissimo herpes.

Lo possiamo trovare il formato tubetto (quello originario), stick oppure come balsamo da spalmare con le dita, ed è solitamente costituito da burro di karite/cacao, cera d’api, oli profumati, vaselina, mentolo, canfora e altri, a seconda della tipologia.

Viene quindi smentita la “leggenda” del Butyrospermum, interpretato come sperma di maiale: si tratta in realtà del grasso estratto dai frutti dell’albero Butyrospermum, che forse conoscerete come burro di karite. Non abbiate quindi timore o ribrezzo nell’usare il burro cacao, potete stare tranquille!

La marca più diffusa è senz’altro la Labello, fondata nel 1909 e facente parte della multinazionale Beiersdorf, che tra le tante cose produce anche la Nivea. Si è diffusa dapprima in Germania, Ungheria, Svizzera e Austria, poi col tempo in tutto il mondo.

“Labello” deriva dal latino labium (labbra) e bellus (bello), centrando appieno l’obiettivo di darti labbra morbide e stupende.

Inizialmente i prodotti erano tagliati in pezzetti e avvolti nella carta stagnola, poi in formato tubetto, ma nel 1922 è arrivata la svolta: lo stick! Fino a quel momento nessuna casa di cosmetici aveva pensato a questa possibilità. Ecco spiegato l’enorme successo del Labello, che dal 1935 è definitivamente un nome internazionale, diffuso in ben 30 Paesi!

Sono nate così le varie linee glitterate e fruttate, idratanti o classiche. Ce n’è veramente per tutti i gusti, adattandosi perfettamente al vostro stile, sia per le donne semplici e pratiche che per quelle vivaci e femminili! …nonché per gli uomini: Labello ha pensato anche a loro!

  • Classic (il classico stick blu, appunto)
  • Care Gloss & Shine (Pure Natural, Pink Star, Lovely Red)
  • For Man (estratti di luppolo e filtri UV, per labbra morbide ma non lucide)
  • Hydro Care (olio di jojoba e vitamina E)
  • Light Kiss (olio di mandorla ed estratti di fior di loto, in vasetto da spalmare)
  • Lip Effect (con coenzima Q10 che accresce il volume delle labbra)
  • Med Protection (Hydramina, vitamina E ed estratti di semi di uva)
  • Pearl & Shine (estratti di perla e seta)
  • Star Fruits (Strawberry, Cherry, Passion Fruit, Dragon Fruit)
  • Sun (resistente all’acqua e con fattore di protezione SPF 25, protegge dai raggi solari)
  • Velvet Rosè (essenza di rosa e olio di jojoba).

C’è solo l’imbarazzo della scelta! …e perché non provarli tutti?

2 Commenti

Che ne pensi? Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *