Ing Direct ti regala il 4,20% di interesse!

Inizia l’anno con un nuovo proposito!

Basta pagare spese sui propri risparmi; inizia fin da ora a guadagnare con Ing Direct e Conto Arancio, l’unico conto di deposito che ti permette di avere il 4,20% di interesse (lordo) sui tuoi risparmi!

Per i nuovi clienti che attivano Conto Arancio, il conto di deposito di Ing Direct studiato per chi vuole accantonare i propri risparmi a zero spese, sulle somme depositate per 12 mesi sarà riconosciuto un tasso di interesse del 4,20%, il più alto della sua categoria.

Ma non finisce qui; potrete comodamente versare i vostri risparmi sul conto arancio direttamente dal vostro conto corrente, e viceversa in pochissimi giorni lavorativi.

Il conto di deposito può essere sia singolo che cointestato; potete gestire il vostro conto online e telefonicamente 24 ore su 24.

Conto Arancio è il conto su cui puoi versare il tuo denaro per avere un rendimento più elevato rispetto a quello del tuo conto corrente.

Gli interessi saranno accreditati su Conto Arancio alla scadenza del periodo selezionato.

Perchè aprire un Conto Arancio?

Perchè non costa assolutamente nulla. Tutte le operazioni di apertura, deposito, trasferimento, chiusura sono gratuite. E non paghi nemmeno l’imposta di bollo.

Lo apri anche con 1 euro, prelevi quando vuoi e in 1 giorno lavorativo la liquidità è a tua disposizione.

E’ un deposito bancario che mette al sicuro i tuoi risparmi. I tuoi soldi sono al sicuro perchè transitano solo tra conti intestati a te: il tuo Conto Arancio, e il tuo conto corrente.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Written by Simona Bondi

Simona Bondi è l'autrice del sito DimmiCosaCerchi.it. Fondato nel 2008, mi occupo di risparmio fornendo utili consigli per risparmiare su ogni cosa: dalla spesa, alla casa, ai soldi in banca. Oltre a scrivere su queste pagine, creo articoli anche per Dilei.it. Occasionalmente, ho partecipato ad alcune trasmissioni come "Mi manda Rai Tre". I nostri lettori hanno raccontato le pazze spese anche su altri canali televisivi.