,

Spesa con i buoni pasto? Facciamo chiarezza

Si può ancora fare spesa con i buoni pasto? Le nuove regole introdotte per i buoni pasto elettronici sembra aver messo tutti in allarme. Facciamo chiarezza e vediamo cosa è realmente cambiato.

Come si possono usare i buoni pasto

I buoni pasto vengono distribuiti ai dipendenti da parte dei datori di lavoro. Si tratta di un servizio offerto da alcuni datori di lavoro in sostituzione della mensa.

Il valore del buono pasto non è universale ed è il datore di lavoro a scegliere l’importo, quantificando la spesa di un pasto. Una volta ricevuti, i buoni pasto possono essere usati nei ristoranti, nei bar e in tutti gli altri punti vendita convenzionati per l’acquisto di prodotti alimentari.

Leggi anche: Cosa sono i Ticket Compliments? Come si ottengono?

Fare spesa con i buoni pasto: quali sono le regole

Negli ultimi giorni si è creato un po’ di allarmismo in merito alle nuove norme che regolano i buoni pasto. In particolare, le novità riguardanti i buoni pasto elettronici hanno fatto pensare che non sarebbe più stato possibile usarli al supermercato.

In realtà non ci sono cambiamenti per quanto riguarda le modalità con cui possono essere usati i buoni pasto. A cambiare è solo la tassazione di questo strumento così amato dagli italiani. I buoni elettronici fino a 7€ saranno esenti, mentre i buoni cartacei saranno esenti fino a un importo di 5,29€.

Quindi è ancora possibile fare spesa con i buoni pasto, anche con quelli elettronici. L’unico ostacolo al momento sembra rappresentato dal basso numero di esercizi commerciali che accettano la tessera su cui sono caricati i buoni elettronici. Ma in sostanza non cambia nulla: sia chi riceve i buoni pasto cartacei sia quelli che ricevono i buoni pasto elettronici possono utilizzarli come preferiscono, anche per risparmiare al supermercato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *