,

Quanto si risparmia facendo il pane in casa?

Non ci crederai, ma anche se non sei una cuoca provetta puoi fare un ottimo pane con le tue mani. Il pane è un prodotto alimentare conosciuto fin dall’antichità, tipico della dieta mediterranea ed immancabile nelle tavole italiane.

Secondo una recente indagine condotta da Istat, la spesa media mensile delle famiglie italiane per il pane (nel 2013) è stata mediamente di quasi 30€ al mese, con una spesa più alta nel Nord/Ovest e nelle Isole italiane. Il calcolo è stato effettuato sui valori medi delle famiglie italiane, quindi il dato è solo indicativo.

Ci siamo quindi chiesti quanto avremmo risparmiato facendo il pane in casa, da soli. Anche se io e la cucina non abbiamo propriamente un rapporto idilliaco, devo ammettere di essere riuscita a cucinare un ottimo pane fatto in casa con una spesa davvero minima! Per questo mi sento di suggerirvi di provare anche voi, almeno una volta, ad auto produrvi dei panini in casa.

Abbiamo confrontato il prezzo al kg di una confezione di pane sfuso acquistato al supermercato, e quello che abbiamo speso per fare in casa circa 0,5 kg di pane. Volete sapere i risultati? Non preoccupatevi, dopo vi suggeriremo anche la ricetta per provare a cucinare qualche buon panino con le vostre mani.

  • Prezzo pane al kg: 4,30€ (preso da Conad)
  • Spesa per fare il pane: 1kg di farina (prezzo 0,60€ circa), acqua (prezzo? pochi centesimi!), 3 cucchiaio di olio (contiamo 0,10€?), un pizzico di sale, lievito (0,10€), un pizzico di zucchero: totale spesa per gli ingredienti circa 0,90€ (esagerando) tenendo conto del sale, lo zucchero e l’acqua.

Al costo degli ingredienti per fare il pane in casa, dobbiamo anche aggiungere la spesa della corrente elettrica per cucinare il vostro pane: tenendo conto che la cottura è di 30 minuti al massimo, abbiamo stimato una spesa di 0,60€ di corrente arrotondando la nostra spesa totale a soli 1,50€.

moneta Per fare il pane in casa spendi solo 1,50€ al kg!

Come avrai intuito, il risparmio è davvero notevole! Tieni presente che preparare il pane da soli è davvero semplice, si conserva bene per almeno 2/3 giorni, lo puoi congelare e conservare senza problemi e puoi dedicarti alla sua preparazione anche nel fine settimana, risparmiando ulteriormente sulla corrente elettrica!

Ricetta facile per fare il pane in casa

Per fare del pane casalingo (noi ne abbiamo fatto mezzo chilo per prova), abbiamo utilizzato la stessa ricetta per fare l’impasto della pizza, con l’aggiunta di un pizzico di zucchero. riciclare il pane

Ingredienti per 1/2 kg di pane

  • 500 grammi di Farina
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco
  • 3 cucchiai di olio extra vergine
  • Un pizzico di sale (un cucchiaio)
  • Un pizzico di zucchero (mezzo cucchiaino)
  • Un bicchiere di acqua (circa 300 grammi)

Preparazione:

Fai sciogliere il livito fresco in un bicchiere di acqua tiepida e mescola con un cucchiaio per miscelarlo bene all’acqua. Versa in un contenitore la farina, il sale, lo zucchero e, al centro, l’acqua con il lievito fresco sciolto.

Inizia ad amalgamare con cura l’impasto e, quando inizia a diventare compatto, continua ad impastarlo su un piano di lavoro cosparso con un velo di farina.

Lavora l’impasto del pane per almeno 10 minuti, con movimenti dall’alto verso il basso, fino a che otterrai un impasto liscio ed omogeneo. Quando l’impasto sarà uniforme e ben lavorato, rimettilo nel contenitore (cospargilo sempre con un fili di farina per evitare che si attachi) e coprilo con un canavaccio: infine riponilo nel forno spento per circa 2 ore.

Trascorse le 2 ore, l’impasto sarà lievitato. A questo punto estrailo dal forno e dal contenitore ed impastalo nuovamente per alcuni minuti. Infine riponilo nuovamente nel forno (sempre dentro un contenitore e sempre coperto da un canavaccio) e lascialo riposare per 1 ora.

Occorrono circa 3 ore di livitazione totali per il pane fatto in casa: meglio quindi preparare l’impasto la mattina. Trascorso questo tempo, puoi finalmente preparare il tuo pane casalingo!

Fare la pizza con il pane avanzatoDecidi prima di tutto che forma vuoi dare al tuo pane: preferisci fare una pagnotta di pane oppure preferisci realizzare dei panini? Se non hai molta esperienza, ti suggeriamo la seconda opzione in quanto la cottura è più semplice e veloce. Accendi il forno a 180° e lascialo scaldare mentre prepari il pane.

Per realizzare dei panini prendi un pugno di impasto, lavoralo a forma di palla ed appoggialo nella teglia da forno, che avrai precedentemente cosparso con un velo di farina, per evitare che il pane si attacchi.

Ripeti il procedimento fino a terminare l’impasto, ricordandoti di lasciare qualche centimetro fra una pagnotta e l’altra: nel forno il pane lievita e potrebbero attaccarsi fra loro!

Infine prendi un coltello ben affilato e crea 2 tagli incrociati nella parte alta dell’impasto, a formare una “X”. Il taglio permette di ottenere una cottura omogenea anche all’interno del panino.

Infine inforna il tutto ed imposta il timer a 20/25 minuti. Tieni d’occhio la cottura del pane perchè il tempo può variare a seconda della grandezza dei panini che hai realizzato. In caso di dubbi, quando il pane ti sembra cotto, estrai una pagnotta e prova ad aprirla a metà, facendo attenzione a non scottarti. Se la mollica è dello stesso colore ed omogenea, il pane è cotto. Se noti al centro della mollica un colore diverso, il pane necessita di qualche altro minuto di cottura.

Provaci, vedrai che preparare un buon pane casalingo è più semplice di quello che credi! Quando avrai fatto esperienza a sufficienza, potrai divertirti personalizzando il pane aggiungendo uvetta oppure dei semi di girasole.

Come conservare il pane fatto in casa

Il pane casereccio si conserva perfettamente per almeno 2 giorni. Il 3° giorno perde un pò di freschezza, ma rimane comunque morbido. Per conservalo al meglio e farlo durare più a lungo, una volta raffreddati, racchiudi nei sacchetti che utilizzi per congelare i panini necessari al consumo per 1 o 2 giorni.

Per fare una scorta settimanale, sempre utilizzando i sacchetti del freezer, suddividi in sacchetti la dose giornaliera di pane necessaria per il consumo della tua famiglia: se siete in 3 per esempio, inserisci almeno 3 panini in ogni sacchetto e riponi tutto nel congelatore.

Per un pane sempre fresco, come appena sfornato, ti basterà scongelare il pane la mattina per consumarlo poi all’ora di pranzo.

Potrebbe piacerti anche: Come riciclare il pane del giorno dopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *