,

Come proteggersi dalle truffe (via email e social)

Dal alcuni mesi, in rete e non solo, dilagano truffe di ogni tipo e sorta: finti buoni spesa da vincere, sondaggi da completare per partecipare all’estrazione di ipotetici premi (inesistenti), prodotti da testare ad insaputa delle aziende… Peccato che si tratti solo di truffe realizzate per sottrarre i vostri dati personali! Ecco allora alcuni consigli per difendersi ed imparare a riconoscere le false promozioni.

Le nuove truffe: Whats app, Facebook, Email

  • Truffe su Whatsapp

Le truffe che si aggirano in rete (e che purtroppo mietono molto vittime ogni giorno) sono diverse e sempre più spesso diventano “Social” utilizzando come mezzi per truffare i canali Whatsapp, Facebook e la nostra posta elettronica.

Negli ultimi mesi sono numerosi i Brand finiti, loro malgrado ed in modo fraudolento, al “centro” di queste truffe. Fra le ultime segnalazioni riportiamo falsi buoni spesa H&M, Zara, truffe con buoni spesa Ikea e Decathlon (solo per citarne gli ultimi):

Cliccando sul link allegato al messaggio ricevuto gli utenti accedono ad un modulo che chiede di rispondere ad un sondaggio per ottenere la speciale promozione oppure, ancora, cliccando sul link allegato vi verrà chiesto di compilare un sondaggio al termine del quale è richiesto l’inserimento i dati personali, numero di cellulare compreso… Concluso il sondaggio vi troverete abbonati a servizi telefonici dal costo salato.

  • Truffe su Facebook

Anche sul Social più utilizzato al mondo le truffe sono all’ordine del giorno. False imperdibili offerte, prodotti da testare inesistenti, concorsi che utilizzano marchi e prodotti molto conosciuti all’insaputa delle aziende.

  • Truffe via email

Altro tipo di raggiro sempre più utilizzato da questi malintenzionati, è l’invio di comunicazioni direttamente nella vostra casella elettronica.

Le comunicazioni false (con tentativo di sottrarre i tuoi dati oppure di installare un virus nel tuo pc) sono davvero tantissime: da falsi rimborsi Enel, cartelle esattoriali dell’Agenzia delle Entrate a false email di finte vincite di un premio, false eredità oppure email di persone che “vorrebbero conoscerti” (e magari ricattarti dopo aver scambiato delle foto) a falsi link di fatture da scaricare (che in realtà installano dei virus) oppure dei link da visitare.

Di seguito un tipo di email che abbiamo ricevuto proprio pochi minuti fa:

Salve,

Volevo solo dirti ciao e mostrarti questa roba, dagli solo un’occhiata ta*****heze.nolanswebsite.com/uty

I miei migliori auguri, Raffaella Lu*****

Al posto delle “*” troviamo un nome reale ed un link, che abbiamo editato parzialmente per evitare che i nostri lettori possano cliccarci accidentalmente.

Ma come possiamo difenderci dalle truffe che girano in rete e nei nostri sistemi di messaggistica?

Come difendersi dalle truffe online

Il primo passo da seguire è quello di evitare ogni “click” a link sospetti: se non conosci il sito, non conosci il mittente del messaggio, semplicemente non cliccare! La seconda grande difesa in vostro favore è quella di tenersi aggiornati su questa tipologia di truffe.

Se ricevi una email con un concorso (per esempio) verifica che sia stata spedita dall’azienda organizzatrice (per esempio Ikea) e, come ulteriore conferma, visita il sito web del marchio in questione digitandolo direttamente nella finestra di navigazione del tup computer (evitando di cliccare sulla email ricevuta). Se è realmente attivo un concorso, lo troverai in evidenza sul sito dell’azienda!

E se ancora non sei sicura, contatta direttamente l’azienda in questione: ad oggi abbiamo a disposizione molti canali per comunicare quasi in tempo reale con loro. Possiamo scrivergli una email, chiamare un numero verde (se attivo) oppure scrivere direttamente nella loro pagina Facebook.

Infine ricorda che nessuna azienda o marchio si pubblicizza inviando messaggi su What’app non richiesti. Fai sempre e solo affidamento ai canali ufficiali.

La polizia di stato ha realizzato una pagina Facebook dove condivide, continuamente, tutte le nuove truffe segnalate dai consumatori.

Una vita da Social” è un progetto di sicurezza nell’uso della Rete rivolto agli utilizzatori dei social network e in particolare agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, ai loro insegnanti e ai loro familiari. Vi suggeriamo di seguire la pagina se siete in possesso di un account Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *