, ,

Meglio aspirapolvere con sacchetto o senza?

L’aspirapolvere è un elettrodomestico che ci tiene compagnia per diversi anni, facilitandoci nelle pulizie di casa e, se scelto con cura, permettendoci di risparmiare tempo e fatica.

Aspirapolvere con o senza sacco?

Uno dei dubbi che ancora confondono i consumatori è la scelta dell’aspirapolvere con o senza sacchetto per la raccolta della polvere e dello sporco aspirato dall’apparecchio.

Proviamo a fare un pò di chiarezza, esponendo i vantaggi e gli svantaggi dell’uno e dell’altro.

Leggi anche: Meglio aspirapolvere elettrico o automatico?

Aspirapolveri senza sacco

Gli aspirapolveri senza sacchetto sono molto in voga negli ultimi anni perchè presentano diversi vantaggi. Il primo vantaggio è certamente quello di ridurre le spese di manutenzione di questo elettrodomestico, eliminando la voce dedicata all’acquisto dei sacchetti, che hanno un costo variabile che oscilla fra gli 8 ed i 20€ circa, a seconda del modello.

Generalmente, al posto del sacchetto, presentano un contenitore in plastica che può essere svuotato facilmente in poche mosse. Lo sporco contenuto dell’aspirapolvere deve essere gettato nella raccolta indifferenziata (detto anche “secco”) e, una volta svuotato, può essere lavato sotto acqua corrente con l’aiuto di un detersivo.

Fra un lavaggio e l’altro è importante far asciugare perfettamente tutti i componenti lavati, per evitare che la polvere si attacchi ai lati.

Potrebbe interessarti: Scopa Elettrica: guida all’acquisto

Gli aspirapolvere senza sacco, non avendo una protezione specifica (il sacco, appunto) generalmente dispongono di diversi filtri “a spugna” che possono essere lavati e periodicamente sostituiti. Questi servono a proteggere il motore da infiltrazioni quali cenere, polvere fina e peli di animali, nemici delle parti meccaniche del nostro aspirapolvere.

Alla comodità del risparmio dei sacchetti, si aggiunge quindi l’impegno e la manutenzione periodica di filtri e cassetto di raccolta.

Da sottolineare che, nonostante si tratti solo di polvere, briciole e peli, alcune persone possono provare “ribrezzo” nello svuotamento del contenitore della polvere. Se anche a voi l’idea non vi piace, allora leggete i vantaggi (e svantaggi) dell’aspirapolvere con il sacco.

Aspirapolvere con sacco

Gli aspirapolveri con sacchetto invece presentano dei vantaggi, ma anche degli svantaggi (che in parte vi abbiamo elencato sopra). Un vantaggio da non sottovalutare è che, sempre in linea generale, hanno una durata maggiore.

Questo perchè la presenza del sacchetto permette di filtrare al meglio tutte le particelle di sporco più piccole, proteggendo meglio il motore da questo tipo di impurità (e prolungandone quindi la durata).

La presenza del sacco permette all’apparecchio di raccogliere lo sporco al suo interno senza “fuoriuscite”: così tu puoi cambiarlo senza sporcarti.

Lo svantaggio principale, come abbiamo accennato sopra, è il costo dei sacchetti che in alcuni casi è piuttosto elevato: a seconda del vostro utilizzo un sacchetto può durare anche sole 2 settimane ed una confezione (che può arrivare a costare fino a 20€) ne contiene mediamente 4/5. Al costo dell’apparecchio dovrete quindi aggiungere una spesa fissa di circa 10€ al mese, esclusdendo i vari filtri che periodicamente dovrebbero essere sostituiti.

I prezzi fra i modelli di aspirapolvere con o senza sacco sono pressochè identici.

Meglio con o senza sacco, quindi?

La scelta dipende dalle vostre esigenze. Noi ci siamo orientati (ormai da diversi anni) verso gli aspirapolveri senza sacco, in quanto l’impegno dell’acquisto del sacchetto era per noi una vera scocciatura.

In passato, per esempio, ci è capitato di restare senza e di avere comunque l’esigenza di utilizzare l’elettrodomestico. Il risultato è stato quello di doverlo “svuotare manualmente”, con un risultato, a questo punto, simile al modello senza sacchetto.

Se non avete particolari problemi nell’occuparvi dello svuotamento del contenitore, noi vi suggeriamo di optare verso il modello privo di sacco: risparmierete sull’acquisto dei sacchetti, non avrete l’impegno di doverli acquistare periodicamente e, con una manutenzione costante, garantirete comunque una lunga vita al vostro aspirapolvere.

E voi, per cosa avete optato? Qual’è il modello migliore secondi voi? Fatecelo sapere lasciando un commento a questo articolo!

Leggi anche: Aspirapolvere Dyson a prezzo scontato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *