,

Dolci pasquali: quali sono?

Pasqua è ormai alle porte e moltissimi di noi in questa domenica si riuniranno con i propri cari mangiando, festeggiando e cucinando tradizionali dolci pasquali. La tradizione di preparare golose torte o dessert durante la festività principale della primavera nasce dall’esigenza di cedere ai peccati di gola dopo il lungo periodo di digiuno o rinunce quaresimale.

Dolci pasquali: quali sono i più amati?

Ogni regione, da nord a sud e da est a ovest ha le sue tradizioni. Ma alcuni dolci pasquali hanno riscosso, con il tempo, maggiore successo degli altri in virtù della loro bontà o della semplicità di preparazione. E per chi non ha tempo di cucinare, nessun problema: molti si trovano già confezionati sia nei supermercati che nelle pasticcerie!

L’uovo di Pasqua: non c’è Pasqua senza uovo. Che amiate quelli di pasticceria artigianale al latte o fondente oppure che compriate quelli confezionati per i vostri bambini o per concedervi un piccolo vezzo non importa, è sempre bello scartarlo insieme e romperlo per scoprire che cosa c’è dentro gustando il cioccolato insieme alla tua famiglia oppure ai tuoi amici.

Leggi anche: Uova di Pasqua: in arrivo i concorsi a premio!

La colomba: altro dolce della tradizione che ogni anno ingolosisce milioni di italiani. Soffice pasta farcita di canditi, copertura dolce mandorlata e un profumo che ricorda moltissimo quello del panettone. Basta aprirne una confezione ed è subito festa! Per chi non ama la frutta candita è possibile scegliere moltissime varianti diverse con crema al cioccolato, limone, gianduia e moltissimo altro. Inoltre moltissime pasticcerie ti permettono di ordinarne una speciale da confezionare in base ai tuoi gusti.

Leggi anche: Come riciclare il pandoro e la colomba

Pastiera Napoletana: sebbene nasca in Campania, questo dolce a base di ricotta, grano cotto, canditi, spezie e agrumi è uno dei protagonisti indiscussi di questa festività. La preparazione richiede precisione e sapienza nel miscelare tra loro gli ingredienti, ma il risultato è sempre un piacere per il palato. Se non sei abbastanza pratica con i dessert di questa tipologia acquistala in pasticceria oppure presso i supermercati e porterai in tavola tutto il sapore e il gusto della tradizione del Sud Italia.

Salame di cioccolato: in alcune zone di Italia viene venduto nelle panetterie e nelle pasticcerie. Noto anche con il nome di Salame della Quaresima, è un goloso impasto a base cioccolata fusa, biscotti sbriciolati (tipo Digestive), frutta secca, burro e uova. Posto in frigo e tagliato a fette assume un aspetto molto simile all’insaccato di maiale. Sicuramente proteico e forse molto calorico, ma del resto Pasqua viene una volta all’anno, no?

Treccia Pasquale: sofficissimo intreccio di pasta brioche da guarnire a piacimento con gocce di cioccolato, uvetta, canditi, spezie, crema pasticcera o semplice confettura. Essendo un impasto lievitato ha bisogno dei suoi tempi di riposo, ma la sua morbidezza e il sapore unico sapranno ricompensare l’attesa!

La Torta Paqualina: non è dolce, ma è buonissima!

La torta Pasqualina a dispetto del nome è salata. Si tratta di una ricetta tipica ligure che trova la sua tradizione nelle scampagnate all’aperto in cui era usanza cucinare questo piatto completo e ricco di gusto, ma facile da trasportare.

Viene preparata utilizzando la pasta sfoglia (fatta a mano oppure preconfezionata) da farcire con le biete (alcune versioni prevedono spinaci o carciofi), ricotta, pecorino, Parmigiano e uova sode.

Ottima anche fredda è la soluzione ideale per il pranzo domenicale durante una gita fuori porta a Pasqua, Pasquetta, ma anche come goloso antipasto o finger food.

E tu, cosa preparerai di buono in occasione di questa festività? Come sempre siamo curiosi di leggere i tuoi commenti e ti auguriamo di cuore, buona Pasqua 2015!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *