,

Detersivi fatti in casa: ecologici ed economici

Avere una casa ordinata e pulita è un desiderio che accomuna la (quasi) totalità delle persone, ma spesso per ottenere questo obiettivo si finisce per acquistare un quantitativo di detersivi diversi per ogni spazio da pulire. Spesso questi prodotti sono però realizzati con un quantitativo di sostante poco salutari per la salute, e finiscono per appesantire i carrelli della spesa, aumentare l’inquinamento ed alleggerire i portafogli. Ci si può rivolgere al mercato dei detersivi ecologici già fatti, che spesso però sono più cari dei detersivi tradizionali. La soluzione esiste: realizzare da sè i detersivi ecologici per la pulizia della casa.

Il primo alleato nella pulizia della casa: il riciclo

Fare da sè i detersivi ecologici non è difficile, ma partiamo da un primo punto essenziale e semplice per il rispetto dell’ambiente e la pulizia della casa: il riciclo. Una prima idea per la pulizia della casa può essere quella di non acquistare panni di ogni tipo ma di riutilizzare vecchi indumenti, come le t-shirt in cotone, per ricavarne degli stracci da utilizzare per le pulizie.

detersivi ecologici

Un altro alleato economico ed ecologico per la pulizia è la carta da riciclo. Si possono riutilizzare o vecchi quotidiani (ma vanno bene anche i volantini dei supermercati) che appallottolati sono perfetti per pulire i vetri: aiutano a non lasciare aloni. Un altro alleato per la pulizia e per il riciclo è l’acqua usata per bollire la pasta. Lasciata nel lavandino aiuta il detersivo a sgrassare i piatti, grazie all’amido contenuto. In questo modo è possibile risparmiare sul detersivo per i piatti.

I detersivi ecologici fatti in casa, una ricetta

Vediamo ora come è possibile realizzare un detersivo ecologico per la pulizia della casa.
Gli ingredienti necessari sono un sapone di marsiglia ecologico (si trova in alcuni supermercati e nei negozi di prodotti bio o naturali), dell’acqua e per chi preferisce i detersivi profumati, dell’olio essenziale (anche in questo caso naturale).

Come si procede? Dopo aver grattugiato il sapone con una grattugia a fori larghi, si mettono le scaglie ottenute in un recipiente adatto al fuoco e si aggiunge un litro di acqua per ogni etto di sapone. Quando il sapone è sciolto del tutto (il composto deve sobbollire), si mescola accuratamente e si lascia raffreddare per un giorno intero nello stesso recipiente. Quando il detersivo si è raffreddato è possibile aggiungere dell’olio essenziale. Dopo aver trasferito il detersivo in un recipiente, lo si può utilizzare direttamente sulla spugna al posto dei detersivi per i piatti o per le generiche pulizie della casa.

Il secondo dei detersivi ecologici per la pulizia della casa serve per la pulizia dei vetri o come sostituto dei detersivi generici.
per realizzarlo servono un quinto di alcol per i liquori, quattro parti di acqua e olii essenziali (facoltativi). Per ottenere il secondo dei detersivi ecologici qui spiegati è sufficiente mettere gli ingredienti a freddo in uno spruzzino (tenete da parte per il riciclo i contenitori dei vecchi detersivi) e scuotere accuratamente dopo aver aggiunto gli olii essenziali.
Il secondo dei detersivi ecologici prodotti, molto più semplice da realizzare del primo, può essere utilizzato immediatamente, magari per la pulizia dei vetri con la carta di giornale, come spiegato nel paragrafo sul riciclo.

Vuoi risparmiare sui detersivi senza inquinare? Leggi questi approfondimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *