,

Come eliminare i cattivi odori in cucina in modo naturale

Frigorifero, lavastoviglie, forno… sono solamente alcune delle fonti di cattivi odori in cucina che possono causare imbarazzo e fastidio, soprattutto in caso di ospiti. Eliminarli in modo naturale e senza dover usare prodotti chimici che potrebbero lasciare residui non adatti al contatto con il cibo è semplice, scopri come in questa nuova guida!

Come eliminare i cattivi odori in cucina in modo naturale

Forse non ci crederai, ma i rimedi naturali contro i cattivi odori in cucina sono veramente di facile reperibilità: bicarbonato, aceto e limone sono tra i più efficaci, utilizzati persino dalle nostre nonne quando ancora i moderni deodoranti non erano stati inventati.

Hai cucinato qualcosa a base di aglio o cipolla e ora le ciotole, le pentole e il bicchiere dei frullatori (soprattutto quelli di plastica) sono impregnate del forte aroma di questi ortaggi? Nessun problema, prova a strofinarli con una spugna imbevuta nel latte o tienili direttamente a bagno per qualche ora, l’odore andrà via in un batter d’occhio!

Se il tuo problema è invece il forte odore del pesce sulle stoviglie, il limone sarà il tuo alleato ideale, prova a strofinare la scorza sul metallo e torneranno come nuove!

Ed infine se devi friggere, ma non vuoi che i cattivi odori si propaghino per tutta la casa aggiungi all’olio bollente una fettina di mela con la buccia o la buccia di limone e quando sono diventate nere sostituiscile. Vedrai che risultati!

Eliminare in modo naturale i cattivi odori nel frigo e nella lavastoviglie

A volte i cattivi odori provengono da elettrodomestici a contatto con l’umido, ambiente ideale per la proliferazione dei batteri responsabili della puzza. Eliminarli in modo naturale ed evitare spiacevoli brutte figure soprattutto se si hanno ospiti è molto facile, vediamo insieme come!

Cattivo odore in frigorifero: i formaggi, la carne e altri prodotti possono risultare davvero sgradevoli per l’olfatto. Per combatterli puoi pulire settimanalmente gli scaffali e la vaschetta di raccolta dell’acqua con acqua e aceto.

Due altri validi deodoranti naturali per il frigo sono il bicarbonato e i fondi del caffè. Posizionane un po’ sul fondo oppure in un angolo, poggiando la polvere in una ciotola o in un piccolo bicchiere di plastica e cambialo ogni 10 giorni. E’ economico, efficace soprattutto privo di contro indicazioni!

Leggi anche: 12 usi del Bicarbonato che non ti aspetti!

Lavastoviglie: Un’altra fonte di spiacevoli “olezzi” è la lavastoviglie. Questo elettrodomestico, infatti, accumula facilmente residui di cibo sul fondo e tra i cestelli e a volte è inevitabile aprirlo e… storcere il naso! Per combattere efficacemente questo problema senza dover utilizzare un apposito prodotto è sufficiente far partire un lavaggio a vuoto (magari nelle ore in cui l’elettricità costa meno) caricando un’emulsione di bicarbonato e aceto al posto del detergente.

Quando i cattivi odori provengono dal microonde

Anche il microonde è causa di proliferazione dei batteri dei cattivi odori a causa dell’accumularsi di piccoli pezzi di cibo oppure di schizzi di condimenti sulle pareti. Oltre alla consueta pulizia ti consigliamo di far bollire del succo di limone mescolandolo a dell’acqua e porlo in un bicchiere da posizionare al centro del piatto per qualche ora.

Leggi anche: I 1000 pregi del Limone

L’ultimo segreto per eliminare definitivamente i cattivi odori in cucina in modo naturale è pulire le piastrelle e il ripiano con bicarbonato e acqua aggiungendo, se lo desideri, dell’olio essenziale di limone oppure di tea tree oil e vedrai che in pochissimo tempo la tua stanza tornerà piacevole da vivere e a prova di naso delicato, compreso quello della suocera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *