,

Bonus familiari e agevolazioni 2016

Bonus familiari e agevolazioni: se ne è sentito parlare spesso ai tg negli ultimi mesi e riguardano i benefici finanziari ed economici che riserva ai cittadini italiani il nuovo anno appena cominciato. Vediamo insieme nei dettagli di quali agevolazioni si tratta, come si può accedere e chi sono gli aventi diritto.

Bonus familiari e agevolazioni 2016

Tra i benefici riconfermati dal Governo per il 2016 vi è il bonus gas e luce, rivolto ai nuclei familiari numerosi e che dispongono di un basso reddito. Possono richiederlo tutti i cittadini residenti in Italia e in possesso dei requisiti richiesti.

Il bonus acqua, invece, può essere richiesto soltanto nei Comuni che hanno deliberato l’agevolazione.

La carta acquisti (social card) indetta dal Ministero dell’Economia e Finanze, già in vigore già dallo scorso anno, spetterà anche quest’anno a coloro che hanno superato i 65 anni di età e ai minori di 3 anni. Per questi ultimi i titolari della carta sarà un genitore. Con la social card si potranno avere agevolazioni sugli acquisti alimentari, sulle bollette, e sulle spese sanitarie.

Il bonus bebè, anch’esso in vigore già dallo scorso anno, sarà valido fino al 31 dicembre 2017 per tutti i nati nel periodo vigente e consente ai genitori di ricevere un contributo mensile di 80 euro per Isee inferiori ai 25mila euro. La domanda va presentata all’INPS entro 90 giorni dalla nascita o dall’entrata in famiglia (in caso di adozione) del bambino. bonus familiari

Riconfermato anche il bonus libri, che prevede un’agevolazione per l’acquisto di libri e materiale scolastico per le famiglie che hanno studenti iscritti alla scuola dell’obbligo e che, quindi, frequentano fino al secondo anno delle scuole superiori.  La presentazione della richiesta va fatta al proprio Comune di residenza dai cittadini che rispettano i requisiti richiesti.

Le agevolazioni riguardano anche gli immobili, in particolare il mutuo e l’affitto. Per quanto riguarda il mutuo per l’acquisto della prima casa, il bonus è rivolto alle giovani coppie con età inferiore ai 35 anni, alle famiglie monogenitoriali e con figli minori e ai giovani al di sotto dei 35 anni che hanno contratti di lavoro atipici.

Per usufruire di tale agevolazione, occorre presentare apposita domanda e allegarvi i documenti richiesti.

Infine, è riconfermata la possibilità di detrarre le spese sostenute per l’affitto dal 730. E’ possibile portare in detrazione 300 euro per redditi fino a 15.493,71 euro e 150 euro per i redditi compresi tra 15.493,71 e 30.987,41 euro.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *