,

10 buoni motivi per mettersi in proprio

Se è da un po’ di tempo che covi l’idea di lasciare il lavoro dipendente e metterti in proprio ma non trovi il coraggio per fare questo grande passo sei in buona compagnia. Ma non lasciare che il sogno ammuffisca nel cassetto: abbiamo trovato 10 buoni motivi per mettersi in proprio. Riflettici, soppesali, fai le dovute valutazioni e… corri ad aprire la tua attività!

Mettersi in proprio oggi

Mettersi in proprio è un’ottima arma per combattere con forza la crisi economica che sta impoverendo il Paese e che sta facendo salire a dismisura i numeri legati alla disoccupazione. Hai un’idea imprenditoriale che reputi valida? Buttati nella mischia e reinventati diventando un lavoratore autonomo. Hai almeno 10 buoni motivi per farlo, leggili tutti.

#1 Seguire le proprie passioni

La passione è alla base di ogni attività di successo. La voglia di fare delle proprie passioni l’attività professionale principale è una delle motivazioni principali che spinge le persone a mettersi in proprio. Fare un lavoro che si ama dà una carica in più. D’altronde lo diceva anche Confucio: “Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita”.

#2 Maggiore indipendenza

Avere un lavoro autonomo ti permette di gestire i tuoi impegni con maggiore indipendenza: non avrai nessun cartellino da timbrare, nessuna gerarchia da rispettare e nessun superiore a cui rispondere delle tue azioni.

#3 Flessibilità organizzativa

Mettersi in proprio vuol dire poter gestire in maniera flessibile la propria attività. Sarai tu a fissare gli orari e i carichi di lavoro che reputi più opportuni, giorno dopo giorno.

#4 Equilibrio famiglia-lavoro

Specie per le donne, la ricerca di un equilibrio tra famiglia e lavoro è spesso problematica. Diventare imprenditrici e gestire un’attività indipendente, grande o piccola che sia, può aiutare a trovare più tempo da dedicare alla famiglia.

#5 Soddisfazione personale

Più che per raggiungere precisi risultati economici, chi decide di mettersi in proprio spesso lo fa per soddisfazione personale. Creativi o artigiani possono guardare con orgoglio le proprie creazioni e ottenere importanti gratificazioni sul piano personale.

#6 Valorizzare appieno la propria professionalità

Se hai maturato esperienza in un settore ma il lavoro che stai svolgendo non ti permette di mostrare le tue competenze, avviare un’attività può aiutarti a valorizzare la professionalità acquisita e a crescere ancora di più.

#7 Sfruttare le proprie doti di leadership

Hai realizzato che la gerarchia non fa per te e la sola idea di avere un capo che guida e giudica costantemente il tuo lavoro ti fa venire l’orticaria. Ecco, se decidi di metterti in proprio sarai leader dell’attività e non dovrai rendere conto a nessuno.

#8 Incentivi fiscali ed economici

Perché non sfruttare gli appositi incentivi fiscali ed economici messi a disposizione per chi vuole avviare un’attività indipendente? Spesso ci sono iniziative di questo tipo che favoriscono l’imprenditorialità femminile e giovanile, come ad esempio i prestiti d’onore.

#9 Sfruttare un’idea vincente

Se ritieni di avere un’idea vincente, che potrebbe avere successo sul mercato e risponde in modo nuovo a un bisogno, mettila in pratica e trasformala nella tua idea di impresa.

#10 Rendere concreti i propri desideri

L’obiettivo comune a cui aspirano le persone che si mettono in proprio forse è proprio questo: rendere concreti i propri desideri. Con impegno, determinazione e tanta passione è possibile: tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *